Championship, dopo la 10^ giornata si accorcia la classifica

05/11/2020

12:00

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

Photo by Richard Heathcote/Getty Images

Nonostante i pochi gol segnati, la 10^ giornata di Championship, giocata tra martedì e mercoledì, consegna una classifica sensibilmente più corta, sia in testa che in zona retrocessione.

Martedì

Nel programma del martedì della 10^ giornata di Championship c’è spazio per una sola vittoria esterna. È quella del Bristol, che torna al successo espugnando il campo dell’Huddersfield, in rimonta, per 2-1. Al gol nel primo tempo di Koroma, gli ospiti rispondono nella ripresa. Dasilva pareggia al 77′, mentre il gol vittoria, arrivato all’83’, porta la firma di Paterson.

Due, invece, le vittorie casalinghe. Di misura ma prestigiosa quella dello Sheffield Wednesday, che piega per 1-0 il Bournemouth grazie a un calcio di rigore realizzato da Bannan al 71′. Più larga è invece quella del Cardiff, che passa sul Barnsley per 3-0. Per i padroni di casa apre le marcature Hoillet, dopo 4′, cui si aggiungono Ralls, a segno dal dischetto nel recupero del primo tempo, e Wilson, che chiude i giochi al 77′.

Tre infine, i pareggi. A reti bianche terminano sia Norwich-Millwall che Blackburn Rovers-Middlesbrough; mentre lo Swansea impatta 1-1 in casa del Brentford. Al gol di Toney (capocannoniere del campionato con 10 gol) nel primo tempo, gli ospiti rispondono con la rete Ayew, a 13′ dalla fine.

Mercoledì

È invece dominato dalle vittorie esterne, ben quattro su sei, il programma del mercoledì. La più larga e significativa delle quali è il 3-0 con cui il Preston North End esce dal campo della capolista Reading. Succede tutto negli ultimi 25′ della ripresa. Sinclair e Riis fanno 2-0 tra 64′ e 68′, prima del sigillo nel recpuero di Potts, che condanna i biancoblù alla seconda sconfitta consecutiva.

Per 2-1 si impone invece il Wycombe in casa del Birmingham. I padroni di casa vanno in vantaggio al 40′, con Roberts, ma si fanno rimontare nella ripresa. Kashket pareggia i conti al 75′ e, in pieno recupero, è un autogol di Pedersen a regalare agli ospiti un successo importante ai fini della lotta per la salvezza. Sempre di misura, anche se per 1-0, e sempre nella ripresa vincono QPR e Luton Town, rispettivamente in casa di Derby County e Rotheram. Ai Rangers basta un gol di Bonne all’81’, mentre agli Hatters una rete di Collins al 70′.

Due, infine, le vittorie interne. Il Nottingham Forest passa sul Coventry per 2-1, ma non senza fatica. In vantaggio alla mezz’ora con McKenna, i padroni di casa si fanno raggiungere al 57′, da un gol di O’Hare, prima di strappare i 3 punti al 97′, grazie a un penalty trasformato da Taylor. Non meno al cardiopalma è il 3-2 con cui il Watford si impone sullo Stoke City. Gli ospiti vanno in vantaggio dopo appena 2′, con Fletcher, ma gli Hornets pareggiano al 28′, grazie a una rete di Cleverley. Nella ripresa, i padroni di casa tornano avanti dopo 15′ con Joao Pedro; si fanno riprendere da Powell, all’81’, e infine la risolvono in pieno recupero, grazie a un gol di Sarr che vale 3 punti fondamentali.

La classifica

Al termine della 10^ giornata, la classifica di Championship vede ancora avanti il Reading, a 22 punti, ma tallonato più da vicino da un nutrito gruppo di inseguitrici. Al secondo posto solitario, con 19 punti, lo Swansea precede Norwich e Watford, a 18; che a loro volta precedono il terzetto composto da Bournemouth, Middlesbrough e Bristol, a una sola lunghezza di distanza. A quota 16, Millwall e Luton precedono invece di un punto Brentford e Stoke City.

Staccato di due lunghezze c’è il gruppo formato da Preston North End, Cardiff, Birmingham City, Huddersfield e QPR, il più numeroso della classifica. Seguono, a due e tre punti di distanza, Blackburn Rovers e Barnsley, a loro volta avanti di una e due lunghezze su Rotheram e Coventry. In zona retrocessione, infine, ecco il colpo di scena. Wycombe e Derby, a 7 e 6 punti, precedono uno Sheffield Wednesday salito improvvisamente a quota 5, in virtù della decisione del League Arbitration Panel di ridurre da 12 a 6 i punti di penalizzazione comminati dall’EFL a inizio stagione. Un evento che infiamma letteralmente la lotta per la salvezza, rendendo questa Championship ancora più interessante.