Championship: aperta inchiesta per razzismo prima di Swansea-Reading

31/12/2020

13:39

• Tempo di lettura: 1 minuto

Tempo di lettura: 1 minuto

SWANSEA, WALES - DECEMBER 30: Andre Ayew of Swansea City reacts at full-time after the Sky Bet Championship match between Swansea City and Reading at Liberty Stadium on December 30, 2020 in Swansea, Wales. The match will be played without fans, behind closed doors as a Covid-19 precaution. (Photo by Harry Trump/Getty Images)

Lo Swansea ha aperto un’inchiesta a seguito dei fischi razzisti che sono provenuti ieri sera dall’esterno del Liberty Stadium in occasione dell’omaggio al movimento Black Lives Matter, pochi istanti prima dell’inizio del match di Championship contro il Reading. Ad aver denunciato il deplorevole gesto di alcuni tifosi della squadra di casa sono stati alcuni giornalisti della BBC, presenti sugli spalti dello stadio per commentare la partita della ventiduesima giornata poi terminata sul risultato di 0-0.

Queste le dichiarazioni di Steve Cooper, allenatore dello Swansea, durante la conferenza stampa post-partita: “Ho sentito un po’ di rumore. In attesa di scoprire cosa sia esattamente accaduto, continueremo a inginocchiarci”. In segno di rispetto nei confronti di George Floyd, il cittadino afroamericano ucciso a Minneapolis da un agente di polizia lo scorso maggio. La Federazione calcistica inglese intende andare in fondo alla questione, individuando i colpevoli e stigmatizzando il gesto in modo da non dover più assistere a tali avvenimenti.