Connect with us

Serie A

“Ci eravamo già trasferiti”: aveva lasciato l’Inter l’ultimo giorno di mercato | È saltato tutto all’improvviso

Published

on

Aveva già lasciato l'Inter

Incredibile retroscena di mercato sull’Inter nell’ultima sessione invernale. Sembra fatta, sul più bello è saltato tutto all’improvviso.

Quattro punti (con una partita in meno) e un ipotetico +7 sulla seconda sono un vantaggio cospicuo, tanto che per molti la spallata che ha dato l’Inter al campionato nel Derby d’Italia potrebbe essere decisiva per lo scudetto.

Inzaghi non ci pensa, guarderà Roma-Inter dalla tribuna a causa di una squalifica confermata dal Giudice sportivo, anche se non potrà disporre di Davide Frattesi, che salterà la sfida contro la sua Roma (dove è cresciuto) e chissà quante altre partite.

Il centrocampista dell’Inter, infatti, non prenderà parte alla trasferta di sabato sera allo stadio Olimpico. Dopo essersi fermato a inizio settimana, il nazionale Azzurro si è sottoposto a esami strumentali presso l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, che hanno evidenziato un risentimento miotendineo al retto femorale della coscia destra.

Poco male, l’Inter ha una rosa talmente tanto ampia che può anche permettersi di scendere un po’ di livello con i subentranti, ma per il campionato italiano, a quanto pare va benissimo. Magari per la Champions il discorso è diverso.

Lo sfogo social

Intanto non si sono sopite le chiacchiere per il mancato passaggio di Stefano Sensi al Leicester nell’ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato, ci ha pensato Giulia Amodio a gettare benzina sul fuoco, raccontando tutta la delusione della famiglia Sensi, che fa rima con frustrazione.

“Mentalmente, ma anche fisicamente, eravamo già lì…”, Comincia così un lungo post al vetriolo da parte di Lady Sensi, sul suo profilo social da 120mila follower, accompagnato da un smile che ben presto si è trasformato in una faccia crucciata. Molto crucciata.

Stefano Sensi

Stefano Sensi, ennesimo trasferimento saltato all’ultimo momento – ansa – calcioinpillole

Rimpianti e rabbia

“Sarebbe stata una bellissima opportunità per Stefano, ne eravamo super entusiasti, il poter crescere i bimbi lì. Non ne vedevamo l’ora, ma a davvero un passo non è andata per il mancato accordo tra le due società”. I rimpianti per ciò che poteva essere ma non è stato, ben presto lasciano spazio alla rabbia. Tanta rabbia.

Giulia Amodio, infatti, ben presto sposta il focus nei confronti dell’Inter. “A oggi sono veramente tanto dispiaciuta perché so la fatica – continua sui social Lady Sensi – l’impegno e l’amore che ogni giorno Stefano dedica al suo lavoro. Ma giugno è dietro l’angolo e gli auguro con tutta me stessa che possa presentarsi un’occasione speciale per lui che gli possa dedicare il posto che merita”. Sicuramente non nella Milano nerazzurra, che non lo ha mai messo a suo agio.