Conte: “Con l’Inter ho interrotto una monarchia sportiva”

Il tecnico: "Per lo scudetto vedo una corsa a tre, Inter compresa".

20/11/2021

09:15

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Antonio Conte è tornato da poco a sedersi su una panchina, quella inglese del Tottenham in Premier League ed il suo nome ha già conquistato di nuovo il popolo inglese. Definito il “boss“, per il suo carisma e per il suo modo di essere coach e manager allo stesso tempo, si è già perfettamente inserito nei ranghi del nuovo club. Sono passate solo due settimane dal suo arrivo agli Spurs, dove ha conquistato finora solo un pareggio in Premier prima della sosta per le Nazionali: Conte e i suoi ora sono pronti a scendere in campo per la sfida di domani contro il Leeds.

Per il club inglese, il tecnico pugliese, considerato uno dei migliori al mondo, ha in mano le chiavi del club. La proprietà si è detta certa che Conte sia stato la scelta giusta per il salto di qualità sportivo che il Tottenham vuole ottenere sul campo. Ecco allora che tra una seduta di allenamento e l’altra, l’ex Inter ha rilasciato una lunga intervista a la Gazzetta dello Sport, nella quale ha parlato dello scudetto vinto con i nerazzurri, definito dal tecnico un vero “miracolo”. Ha detto la sua su chi può vincere il titolo quest’anno ed ha commentato l’essersi trovato di nuovo in un campionato con calciatori come Lukaku e CR7.

LEGGI ANCHE: Accadde Oggi: Ted MacDougall e le nove reti al Margate

Sullo scudetto con l’Inter

Ricreare il ciclo della Juve è stato duro, perché ce la giocavamo contro il Milan di Ibra, Nesta e Thiago Silva; contro l’Inter del Triplete e il Napoli di Cavani, Lavezzi e Hamsik… Ma il vero capolavoro è stato lo scudetto con l’Inter. In due anni abbiamo rovesciato una monarchia sportiva. Se non ci fossimo stati noi a interrompere il ciclo bianconero, la Juve sarebbe ancora lì davanti. Quando batti qualcuno, ne mini le certezze“.

Sulla corsa scudetto

Al momento sembra una corsa a tre insieme all’Inter. Ma ora sono impegnato a pensare a chi lotta al vertice in Premier…”.

Su Lukaku e CR7

Sono situazioni diverse. Ma quando si crea l’opportunità di tornare da protagonisti in Premier è difficile dire no. Sicuramente la loro partenza ha impoverito il calcio italiano. Sono due stelle“.

Correlati

Edward John MacDougall, da tutti chiamato Ted, nasce ad Inverness, nelle Highlands Scozzesi, nel 1947, ma calcisticamente cresce...

Edward John MacDougall, da tutti chiamato Ted, nasce ad Inverness, nelle Highlands...

08:30

20/11/2021

Dagli storici del calcio, è considerato, insieme a Ricardo Zamora e František Plánička, il miglior portiere...

Dagli storici del calcio, è considerato, insieme a Ricardo Zamora e František...

08:00

20/11/2021

Premier League

16:04

03/12/2021

LA PARTITA DEL GIORNO Doveva essere la partita top della giornata e di sicuro non ha deluso le aspettative di nessuno: il...

LA PARTITA DEL GIORNO Doveva essere la partita top della giornata e di sicuro non ha...

16:04

03/12/2021

10:08

03/12/2021

La prima conferenza stampa di Ralf Rangnick da allenatore del Manchester United: “Se un club come il Man United ti contatta...

La prima conferenza stampa di Ralf Rangnick da allenatore del Manchester United:...

10:08

03/12/2021