Cristiano Ronaldo tra fama e regole che non valgono

29/01/2021

10:45

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)

La gita fuori regione di Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez sicuramente non avrà grandi conseguenze a livello economico per i due, ma rappresenterà una macchia a livello di immagine. Dopo la pubblicazione (e rimozione) del video della coppia a Courmayeur i social hanno risposto molto negativamente avanzando parecchie critiche al portoghese. Tutta la popolazione italiana, infatti, sta rispettando da mesi le regole anti Covid, non si capisce perchè non debba rispettarle anche Cristiano Ronaldo. L’attraversamento dei confini regionali senza comprovati motivi di necessità è vietato dal DPCM. Evidentemente la risibile (per Ronaldo) sanzione economica valeva molto meno di una gita sulla neve.

I precedenti

Non è la prima volta che Cristiano Ronaldo inciampa sulla questione Covid. Ad ottobre, infatti, rispose alla convocazione della nazionale violando l’isolamento fiduciario imposto dalla Asl alla Juventus. La Procura di Torino e la FIGC hanno aperto un’indagine che riguarda anche altri sei compagni. Pochi giorni dopo, ritornato in Italia da positivo, ebbe la brillante idea di definire sui social i tamponi come una “c….ta”. Il commento, anche in quel caso rimosso in seguito, suscitò una pioggia di critiche. Infine, l’ultimo caso durante le vacanze di Natale quando si è recato a Dubai per i Globe Soccer Awards. Un qualsiasi cittadino al ritorno avrebbe dovuto fare la quarantena. Per l’Asl, invece, i calciatori seguono un protocollo diverso. Questa volta critiche sull’intera categoria e disparità molto chiara.

Riferimento per milioni di persone

Cristiano Ronaldo sembra incapace di essere totalmente un buon esempio per le sue decine di milioni di followers. Ha disciplina nell’allenamento, dedizione, cura del corpo e in questo viene visto come figura molto positiva. Tuttavia, gli scivoloni sulle regole e sul Covid sono il lato negativo della stessa medaglia. Comprendere di essere un riferimento per tantissime persone dovrebbe spingerlo ad evitare questi errori. In un paese civile tutti i cittadini sono uguali e neanche Cristiano Ronaldo può essere più uguale degli altri.