Diritti tv Coppa Italia, anche Sky tra i contendenti

La Lega di Serie A ha come obiettivo 42 milioni di euro a stagione.

16/06/2021

11:22

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Image/Via One Football

La scadenza per la presentazione delle offerte per i diritti televisivi della Coppa Italia e Supercoppa Italiana è fissata per il 1° luglio. Differentemente dagli scorsi anni, il bando è articolato anche per accogliere la modalità di trasmissione a pagamento (pay), eliminando quindi l’obbligo di trasmettere in chiaro i match.

Dalle prime indiscrezioni raccolte da MF-Milano Finanza, tra gli operatori che avrebbero avanzato un’offerta per trasmettere la “nuova” Coppa Italia e la Supercoppa Italiana ci sarebbe Sky, anche grazie all’apertura verso gli operatori pay, Mediaset e Rai.

Sky, nel caso di acquisizione della Coppa Italia, potrebbe quindi completare il proprio parco dei diritti televisivi calcistici dopo Champions League, Europa League, Conference League, Ligue 1, Premier League, Bundesliga, Serie B ed i tre match in co-esclusiva con DAZN.

Mediaset, da anni interessata ai diritti della Coppa Italia, ha quasi certamente formulato un’offerta per la trasmissione in chiaro dei match. Anche lo scorso triennio il Biscione provò ad accaparrarsi i diritti con un’offerta di poco inferiore a quella della Rai. Anche quest’ultima, secondo le indiscrezioni, ha presentato un’offerta.

La Lega Serie A punta, per questo triennio, a superare la soglia di 42 milioni di euro a stagione. Lo scorso triennio il valore dei diritti è stato pari a 35 milioni a stagione, 22 milioni ancor prima.