Fiorentina, Italiano: “Sarà inferno o paradiso con il Twente”

La Fiorentina di Italiano domani è al bivio: ritornare in Europa dalla porta principale o tornare a casa. Il Twente è l'ultimo ostacolo dei Viola.

24/08/2022

18:40

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Giorno di vigilia per la Fiorentina di Vincenzo Italiano che domani saprà se giocherà la prossima Conference League o tornare a casa dopo un eventuale sconfitta contro gli olandesi del Twente. Il tecnico dei Viola ha parlato in conferenza stampa, caricando tutto l’ambiente per una partita che diventa fondamentale nel percorso di crescita del club di Rocco Commisso.

Fiorentina, le parole di Italiano pre Twente

Queste le parole di Italiano nella conferenza stampa pre sfida al Twente di domani.

LEGGI ANCHE: Serie A: definiti gli arbitri per il 3° turno. Juve-Roma a Irrati

Come ci arriva la Fiorentina? “È una partita importantissima per chiudere il cerchio dello scorso anno. Abbiamo un piccolo vantaggio, adesso c’è la gara di ritorno e dobbiamo cercare di giocare a calcio forse ancora meglio dell’andata dove per un tempo siamo stati molto bravi e dove nel secondo abbiamo un po’ mollato. Dobbiamo stare più attenti  e dobbiamo portare più qualità. Se si pensa di arrivare qui per arroccarsi, quello sarebbe il comportamento più sbagliato. La partita non c’è bisogno nemmeno di definirla, è una partita per tutti noi che può darci tanto per il futuro. Può diventare una partita dove per il proseguo la Fiorentina potrà proporre qualcosa di diverso“.

Sulla partita che si aspetta domani: “In tutti i minuti iniziali delle partite sono momenti particolari e topici. Poi chiaramente come stanno dicendo loro troveremo un ambiente caldo e una tifoseria che spingerà forte e gli darà una mano. Cercheremo in questi minuti topici di essere molto attenti. Questi sono finali e qualsiasi calciatore deve avere la concentrazione e la percezione del pericolo altissima, dopo questa partita ci può essere paradiso o inferno: dipende da noi. Dovremo far valere le nostre qualità. Dipende tanto dall’atteggiamento che mostri in campo, questo farà la differenza“.

Partita più importante della carriera? “Ci si gioca tanto. La pressione è normale che ci sia e c’è la voglia di ottenere il massimo. Questa è una partita che ti proietta in una competizione importante, quindi è una partita importantissima per quanto riguarda il futuro di tutti e come tutta la squadra e tutta la Fiorentina ci tengo ad andare avanti. Si farà di tutto per ottenere il massimo da questa vittoria. Lo faremo con tutte le nostra capacità. In futuro questa partita può essere un orgoglio per tutti“.

Su Igor: “È disponibile, ha recuperato e sarà a disposizione per domani. Decideremo se schierarlo dopo la rifinitura. Per noi è un valore aggiunto, recuperiamo un giocatore di qualità che determina tantissimo le sorti della squadra. Ci è mancato e ora lo avremo come opportunità per domani“.