Fiorentina, riscatto di Piątek non è una certezza: si pensa ancora ad Álvarez

Fiorentina, il riscatto di Piątek è più lontano. I 15 milioni del prestito potrebbero essere usati per acquistare un altro profilo da affiancare a Cabral.

08/04/2022

11:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il riscatto di Krzysztof Piątek in casa Fiorentina è in bilico. L’attaccante polacco, nonostante le buone prestazioni in campo da quando in pratica ha sostituito Dusan Vlahovic, potrebbe non essere più riscattato dal club viola. Il giocatore è infatti in prestito dal club tedesco Hertha BSC dallo scorso 8 gennaio con diritto di riscatto di 15 milioni di euro. Tuttavia in squadra dal 29 gennaio è arrivato a titolo definitivo Arthur Cabral e nelle originarie strategie era proprio il brasiliano il candidato ideale a riempire momentaneamente il posto lasciato vuoto dalla stellina serba.

I 15 milioni del riscatto di Piątek utili per acquistare un nuovo profilo

riscatto Piatek
(Photo by Ernesto Ryan/Getty Images)

Adesso l’idea prevalente della società gigliata sembra essere quella di utilizzare i 15 milioni del riscatto di Piątek per acquistare un altro profilo da affiancare al centravanti ex Basilea. Il nome che al momento sembra accostarsi di più a questa manovra di mercato è quello di Agustin Álvarez, attaccante del Peñarol e della nazionale uruguaiana. A Burdisso, direttore tecnico della Fiorentina, questo profilo piace molto già da tempo.

LEGGI ANCHE: Fiorentina, Italiano: “Cabral migliora, Piatek è ancora dolente”

Dal riscatto in bilico di Piątek a quello più sicuro di Torreira

riscatto Piatek
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il riscatto di Piątek, ex giocatore di Genoa e Milan, potrebbe davvero non realizzarsi, salvo improvvisi ripensamenti finali. Chi invece vedrà con tutta probabilità la via del riscatto, come riportato questa mattina da Tuttomecato.Web, è Lucas Torreira. Per il prestito del centrocampista, l’unico tentativo di uscire dal seminato sarà la ricerca di uno sconto sui 15 milioni di euro concordati per il suo riscatto dal club di appartenenza: l’Arsenal.