Francia, Deschamps: “Preoccupato? No, ma serve autocritica”

Il CT francese ha parlato della sconfitta subita nel match contro la Croazia: di seguito le sue dichiarazioni.

14/06/2022

12:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Il Commissario Tecnico della Francia, Didier Deschamps, ha parlato della sconfitta rimediata contro la Croazia nell’ultimo turno di Nations Lague. Il tecnico francese ha predicato autocritica, sottolineando le carenze di freschezza della squadra da un punto di vista fisico. I francesi sono infatti apparsi sottotono e privi di lucidità, nonostante l’immensa qualità della rosa. L’ex Juventus ha anche ragionato in ottica Mondiali, rimarcando la necessità di dover fare di più in vista della manifestazione iridata. Di seguito le sue dichiarazioni e quelle del neo gioiello del Real Madrid Aurelien Tchouameni , riportate dalla redazione di TMW.

(Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Francia, le parole di Deschamps e Tchouameni

Sulla sconfitta e i Mondiali
“Preoccupato per i Mondiali? Non sono ma preoccupato di natura. Farò una riflessione con il mio staff. Ci saranno bisogno di molte altre cose se vogliamo mantenere il nostro standard. Nel complesso, c’è una disperata mancanza di freschezza. Sarà necessario, all’inizio della prossima stagione, fare molto di più per prepararci al Mondiale. Quando non hai fatto abbastanza, devi fare autocritica. Non vedo tutto nero o tutto bianco. I risultati ci danno anche torto perché non abbiamo fatto abbastanza. Spero che potremo recuperare le nostre forze e il loro spirito combattivo. Alcuni si consideravano troppo belli? Non è il singolo che conta per me, ma la forza che il gruppo deve rilasciare. Non abbiamo soddisfatto i requisiti di alto livello in questo incontro perché non avevamo le competenze.”

LEGGI ANCHE: Mercato Napoli, futuro in bilico per Osimhen: “Tutto può succedere”

Gli fa eco anche il gioiello Aurelien Tchouameni
 “Avevamo altre ambizioni. Dopodiché, non credo che ci si debba preoccupare. E’ vero che ci sono mancati alcuni aspetti del gioco, ci sono anche cose che abbiamo fatto bene. Con la maglia della Francia dobbiamo fare meglio e vincere più partite possibili. Oggi non è stato così, quindi dovremo lavorare di più”.

Correlati

11:03

14/06/2022

L’Ascoli ha reso ufficiale l’arrivo di Cristian Bucchi sulla panchina. Il tecnico 45enne andrà a sostituire Sottil,...

L’Ascoli ha reso ufficiale l’arrivo di Cristian Bucchi sulla panchina....

11:03

14/06/2022

Il mercato della Juventus potrebbe presto rivivere un ritorno di fiamma piuttosto sorprendente. Gli agenti di Suarez infatti,...

Il mercato della Juventus potrebbe presto rivivere un ritorno di fiamma piuttosto...

10:30

14/06/2022

Nazionali

08:30

26/06/2022

Una delle più classiche storie di Cenerentola legate al mondo del calcio si verifica il 26 giugno del 1992. In quel giorno la...

Una delle più classiche storie di Cenerentola legate al mondo del calcio si...

08:30

26/06/2022

08:30

25/06/2022

Il 25 giugno 1988 è il giorno in cui l’Olanda, con il trio delle meraviglie, Gullit, Van Basten e Rijkaard, vince il suo...

Il 25 giugno 1988 è il giorno in cui l’Olanda, con il trio delle meraviglie,...

08:30

25/06/2022