Il Milan supera lo scoglio Bodoe/Glimt, ma che fatica: 3-2

24/09/2020

22:54

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Un lungo match, più sofferto che mai. Il Milan supera per 3-2 il Bodoe Glimt, al termine di un match durissimo, ben oltre il previsto. Lo si sapeva, quando si affrontano squadre più avanti nella preparazione non è mai semplice, soprattutto se arriva una squadra giovane e dotata di buona tecnica, da qui la sofferenza fino al fischio finale. Che non sarà un match facile lo si capisce già nel primo quarto d’ora, dove il Bodoe sembra messo meglio in campo rispetto ai rossoneri, e al 15’ arriva lo 0-1 firmato Junker.

Una doccia fredda per il Milan, che subisce la rete dell’esperto attaccante danese, non a caso schierato a sorpresa al posto di Boniface, grande protagonista degli ultimi match dei norvegesi. Il match rischia di prendere una brutta piega per il Milan, ma 60” più tardi è già 1-1: botta da fuori di Calhanoglu e pareggio rossonero. Un momento magico per il turco, che al 32’ completa l’opera con un grande assist di tacco per Colombo, che da pochi passi segna la rete del 2-1. Il giovane attaccante rossonero non fa rimpiangere l’assenza di Ibra, ma anzi porta avanti i suoi.

Sembra ormai un match in discesa per il Milan, anche perché il Bodoe pare in netta difficoltà, ma soprattutto per la rete di Calhanoglu al minuto 50’, che sigla il 3-1 con un gran tiro dal limite. La sfida pare ormai in cassaforte per il Milan, ma il Bodoe è tutt’altro che fuori dal match, anche perché la stanchezza dei ragazzi di Pioli inizia a farsi sentire, mentre i norvegesi sono freschi e pronti all’assalto finale. Al 55’ infatti arriva il 3-2 firmato Hauge, che sfrutta al meglio la leggerezza della retroguardia rossonera.

I norvegesi riprendono coraggio, e sono ben più freschi rispetto ai rossoneri, che pagano la minor preparazione atletica. Fortunatamente per i rossoneri però la differenza tecnica fra le due formazioni si sente, e pur portando avanti bene il pallone il Bodoe non riesce a far male. L’occasione migliore arriva sui piedi di Saltnes, proprio al 93’, ma per fortuna del Milan questi spara alto. Con fatica il Milan stacca il pass per il playoff, dove affronterà i portoghesi del Rio Ave, vincitori a sorpresa sul Besiktas ai calci di rigore.