Il TAS respinge il ricorso dei club russi: niente coppe europee nella stagione 2022/23

A causa dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, nessun club russo potrà partecipare alle coppe europee nella prossima stagione. Questa la decisione del TAS.

15/07/2022

18:00

• Tempo di lettura: 1 minuto

Tempo di lettura: 1 minuto

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Nessun club russo parteciperà alle coppe europee nella stagione 2022/23, questa la decisione del TAS. Niente Champions League, Europa League e Conference League dunque per Zenit San Pietroburgo, Sochi, CSKA Mosca e Dinamo Mosca. La decisione era stata presa a febbraio dall’UEFA a causa del conflitto in Ucraina ed è stata confermata oggi dalla Corte Arbitrale dello Sport (CAS), che ha respinto il ricorso presentato dai club russi.

TAS club russi
(Photo by FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)

TAS: “No alle coppe europee per i club russi”

Respinto anche il ricorso della Federcalcio russa contro FIFA e UEFA. Ecco il comunicato stampa ufficiale da parte del TAS: “Il collegio trova spiacevole che le attuali operazioni militari in Ucraina. Le squadre, club e giocatori russi non hanno alcuna responsabilità, abbiano avuto conseguenze così negative per loro e per il calcio russo in generale, ma queste conseguenze sono state controbilanciate dalla necessità di mantenere l’ordine e la sicurezza nell’organizzazione delle competizioni calcistiche nel resto del mondo “.