Connect with us

Serie A

Juventus-Napoli, il poker d’assi in attacco accende il big match

Published

on

Juventus Napoli

Mancano poco meno di due giorni a Juventus-Napoli, big match in programma venerdì sera all’Allianz Stadium di Torino e valido per la 15ª giornata di campionato. Una sfida fondamentale per entrambe le squadre, e che potrebbe essere decisa dal doppio incrocio in attacco: Vlahovic e Chiesa contro Osimhen e Kvaratskhelia. 

Alla vigilia del campionato in pochi forse potevano immaginarsi di un JuventusNapoli così particolare in termini di classifica. I bianconeri infatti sono secondi a 33 punti (a-2 dall’Inter capolista), mentre il Napoli Campione d’Italia in carica è quinto a 24 punti a -9 dalla squadra di Allegri.

Juventus Napoli

(Photo by Filippo Monteforte, Onefootball.com)

Juventus-Napoli, le speranze all’attacco: Vlahovic-Chiesa per il sogno Scudetto, Osi-Kvara per non alimentare la crisi

Un pronostico difficile da fare a priori ma che si è rivelato reale alla luca di quanto accaduto finora. La Juventus ha ritrovato compattezza e solidità mentale dopo una scorsa annata a dir poco burrascosa, mentre il Napoli ha rovinato il meccanismo perfetto che aveva portato alla trionfale scorsa stagione a causa di alcune scelte discutibili in estate, soprattutto l’ingaggio di Rudi Garcia come nuovo tecnico.

Ora i partenopei sono guidati da Walter Mazzarri, tornato in azzurro dopo 10 anni e venerdì dovranno scalfire le certezze fin qui quasi inossidabili degli uomini di Allegri, che ogni turno di campionato che passa assumono sempre più consapevolezza nel voler credere nello Scudetto.

doppia sfida in attacco: Vlahovic e Chiesa contro Osimhen e Kvaratskhelia: chi deciderà il big match dello Stadium?

JuventusNapoli di venerdì sera sarà anche la sfida tra due delle coppie d’attacco più forti della nostra Serie A. I bianconeri possono sfoggiare il duo composto da Dusan Vlahovic e Federico Chiesa, uniti da Massimiliano Allegri in un 3-5-2.

Periodi abbastanza diversi per i due profili offensivi della Vecchia Signora. Chiesa ha ritrovato smalto e condizione nella pausa per le Nazionali, dove è risultato decisivo nel match contro la Macedonia del Nord con una doppietta.

Il Chiesa bianconero sta facendo bene (4 gol e 2 assist finora), ma il ruolo da seconda punta e lo stile di gioco passivo e di reazione della Juventus non sempre gli permette di esprimersi al massimo come nell’ultima contro il Monza, dove Federico ha svolto una gara più di sacrificio che di assalto.

Pù bassi che altri per Dusan Vlahovic. Il serbo ha interrotto contro l’Inter un digiuno di reti durato oltre due mesi, ma contro il Monza il rigore sbagliato gli ha creato scompensi emotivi che lo hanno fatto tornare nervoso e inefficace. Contro il Napoli la sua occasione per rimpolpare il bottino di 5 gol messi a segno finora in campionato.

Umori non proprio stabili anche per il duo di casa Napoli, che sembra ad ora lontano parente di quella coppia devastante che aveva rotto la Serie A nella passata stagione. I partenopei vengono dal brutto KO contro l’Inter e ora più che la difesa del titolo, il Napoli deve guardarsi dal quarto posto occupato in coabitazione con la Roma.

C’è bisogno di risalire e per farlo c’è bisogno dei gol di Victor e Kvicha. Osimhen è tornato da pochissimo dall’infortunio di ottobre, giocando scampoli di match contro Atalanta e Real Madrid e partendo titolare contro l’Inter.

Non il miglior Osimhen (6 gol in 10 presenze finora) contro i nerazzurri, che con la Juventus vuole ritrovare condizione e fame di gol per tirar fuori il suo Napoli da una crisi che è dietro l’angolo.

Il centravanti nigeriano ha però bisogno del suo scudiero preferito. In assenza di Osimhen, Kvaratskhelia (4 gol e 4 assist in campionato) si è dovuto prendere per le spalle il Napoli, ma anche il georgiano è stato in parte travolto dal momento negativo passato dalla squadra.

Contro l’Inter è stato uno dei più pericolosi, e il numero 77 partenopeo vuole ripetersi e migliorarsi venerdì sera tornando quel giocatore che aveva impressionato e stupito tutti nella scorsa stagione per velocità e talento.