#LaStradaAzzurra – Decima giornata

08/12/2020

11:59

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

18 BIOTY MOISE KEAN PSG - BUT FOOTBALL : Montpellier vs Paris SG - Ligue 1 Uber Eats - 05/12/2020 FEP/Panoramic

Il decimo turno della Serie A 2020/2021 ha proposto essenzialmente importanti vittorie per le prime quattro squadre della classifica e per la Lazio.

I punti che fanno più rumore sono quelli del Milan, che si consolida come “lepre del campionato” e la rimonta all’ultimo respiro ad opera della Juventus, che vince il “derby della Mole” con due incornate vincenti.

I due rulli compressori Inter e Napoli quasi quasi non fanno più notizia. Nelle ultime giornate, infatti, hanno praticamente demolito le loro avversarie. Sorprendenti i partenopei, che dalla morte di Maradona in poi hanno donato ai propri tifosi due poker entusiasmanti.

Di emozioni ce ne sono state tante anche in Hellas Verona-Cagliari, Roma-Sassuolo e Fiorentina-Genoa.

Tre pareggi molto diversi tra loro, ma che hanno fatto provare tanti brividi, tra occasioni sprecate, pali pieni, reti annullate ed un gol (quello di Milenkovic) siglato praticamente negli ultimi secondi della partita.

Per quanto riguarda i calciatori che giocano nei principali quattro campionati esteri, da segnalare il ritorno al gol di Pietro Pellegri (purtroppo inutile, considerando che il Monaco abbia perso contro il Lille) dopo due anni tribolati.

Da registrare la superba prestazione di Moise Kean, che ha siglato una rete con un missile terra-aria e la condizione stupenda in cui si trova Vincenzo Grifo in questo periodo (gol e assist per lui nella sfida contro il Borussia Mönchengladbach).

Passiamo adesso ai due podi di questa giornata.

Top 3:

  • Kean: +3 punti. Sotto la Tour Eiffel forse è esploso un bomber italiano. Ennesimo gol in Ligue 1 per l’attaccante in prestito dall’Everton. Ma questa volta il classe 2000 ci ha regalato qualcosa di clamoroso. Non è soltanto il tiro ad essere eccitante, ma i secondi che lo precedono. L’azione è da riguardare in loop fino a consumare tutti i giga. Afrodisiaco.

 

  • Bonucci: +2 punti. Chiariamo subito una cosa: non è stato il migliore in campo nella sfida tra Juve e Torino. A dirla tutta, ha fatto registrare anche qualche sbavatura di troppo. Nonostante questo, però, il suo gol andava premiato, perché il derby è sempre una partita difficile e tesa, e perché proprio questa rete potrebbe essere decisiva per un cambio di rotta da parte dell’ambiente bianconero, poco lucido fino adesso.

 

  • Grifo: +1 punto. Dopo varie menzioni speciali, eccolo finalmente nel podio. Impossibile non inserirlo dopo la sua prestazione magistrale. È il leader tecnico del Friburgo e sa caricarsi sulle spalle la squadra nel momento del bisogno. In questo caso, era riuscito quasi da solo a rimontare il momentaneo vantaggio di Embolo, ma la voglia di vincere di Pléa (nome ormai conosciuto dal popolo interista) ha rovinato i sogni della squadra di un calciatore che “rischia” seriamente di essere convocato all’Europeo come vice-Insigne.

 

Flop 3

  • Petriccione: -3 punti. La palma di peggior calciatore italiano del decimo turno di questo campionato va al centrocampista del Crotone, che verrà ricordato per un fallo inutile e pericoloso a metà campo. Inizialmente l’arbitro aveva lasciato proseguire, ma dopo l’intervento del Var è arrivata un’espulsione che probabilmente è stata decisiva per dare il via all’ennesima vittoria roboante del Napoli. Simbolo di una squadra sicuramente non all’altezza della categoria.

 

  • Scozzarella: -2 punti. La partita del Tardini è stata noiosissima e una delle cause si può ritrovare nella condizione poco brillante del regista del Parma. Dopo aver sofferto gravi fastidi muscolari tra settembre e ottobre, Liverani lo sta reinserendo in campo lentamente. La partita di domenica è stata la sua quarta gara stagionale, anche se i 30 minuti giocati in Coppa Italia sia contro il Pescara che contro il Cosenza non dovrebbero fare testo.

 

  • Caprari: -1 punto. Ecco un altro calciatore che ha giocato nella partita più noiosa di questo turno di campionato. Da un attaccante tecnico e talentuoso del genere i tifosi si aspettano di più, soprattutto se di fronte si ritrova una squadra che ha deciso di non puntare su di lui.

 

Concludiamo la nostra rubrica con la classifica generale de #LaStradaAzzurra.

 

Classifica generale:

1) Castrovilli, L. Insigne, Kean +5;

2) Caputo +4;

3) Belotti, Berardi, Bonucci, Immobile, Silvestri, Soriano, Spinazzola, Zaccagni +3;

4) Barella, Candreva, Florenzi, Locatelli +2;

5) Biraghi, Grifo, Jorginho +1;

6) Caldirola, Caprari, Dimarco, Lasagna, Parolo, Terzi, Tonelli, Verdi -1;

7) Bernardeschi, Cataldi, Letizia, Marrone, Perin, Scozzarella -2;

8) Biraschi, Depaoli, Di Lorenzo, Masiello, Mirante, Petriccione, Orsolini, Regini -3;

9) Iacoponi -4;

10) Ceccherini -5.

Calcio ed editoriali

10:30

06/12/2021

Dusan Vlahovic ha talento, ne ha da vendere. Dal suo arrivo alla Fiorentina è cambiato, è mutato, si è impreziosito, come un...

Dusan Vlahovic ha talento, ne ha da vendere. Dal suo arrivo alla Fiorentina è...

10:30

06/12/2021

10:45

02/12/2021

Il KO del 21 novembre per 3-2 contro l’Inter al Meazza sembrava essere stato assorbito. Il Napoli aveva sì ridotto il...

Il KO del 21 novembre per 3-2 contro l’Inter al Meazza sembrava essere stato...

10:45

02/12/2021