Mercato Lazio, Kezman atteso in Italia: le ultime sul rinnovo di Milinkovic

Il serbo è in scadenza a giugno del 2024: Lotito prepara un'importante offerta.

10/11/2022

09:32

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Dopo la pesantissima vittoria nel derby di domenica pomeriggio contro la Roma e in attesa della sfida di questa sera all’Olimpico contro il Monza, in casa Lazio tiene sempre banco la questione relativa al rinnovo di Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista serbo, che ha saltato la stracittadina per squalifica, rientrerà proprio stasera contro la squadra di Palladino. Se in campo il classe ’95 è pronto a dare il solito fondamentale contributo, in tema di rinnovo del contratto in scadenza a giugno del 2024 la partita resta ancora apertissima. Come riferito dal Corriere dello Sport, all’Olimpico è atteso questa sera Mateja Kezman, agente del calciatore. Anche se il noto procuratore ha già fatto sapere di voler rimandare qualsiasi discorso sul futuro a dopo il Mondiale in Qatar, il presidente tenterà comunque un approccio per cercare di porre le basi per un rinnovo che ad oggi sembra decisamente molto complicato.

Rinnovo Milinkovic, Lotito prepara l’offerta alla Immobile

Rinnovo Milinkovic
(Photo by Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

L’obiettivo di Kezman sarebbe quella di sfruttare la vetrina del Mondiale per avere offerte al rialzo per quanto riguarda il proprio assistito, sia con proiezione sul mercato invernale che su quello estivo. Lotito non ci sta, non vuole depauperare un fondamentale patrimonio tecnico ed economico della società. Arrivare a giugno senza un accordo farebbe entrare Milinkovic nell’ultimo anno di contratto e con quindi la necessità impellente di venderlo per non perderlo a parametro zero. Il patron spera ancora nel rinnovo fino al 2027 ed è disposto a mettere sul piatto 4 milioni di euro più bonus, ovvero lo stesso ingaggio garantito a Ciro Immobile.

LEGGI ANCHE: Accadde Oggi: arriva la prima tripletta allo stadio Wembley

L’ipotesi clausola

In caso di permanenza del serbo a gennaio (ipotesi ad oggi assai probabile) il compromesso potrebbe essere quello di prolungare di un anno, fino al 2025, con l’inserimento di una clausola rescissoria che Lotito vorrebbe sopra ai 10o milioni mentre Kezman intorno ai 60. La partita potrebbe giocarsi tutta qui. I prossimi giorni, con l’agente che sarà anche domenica a Torino per la gara con la Juventus, fortemente interessata al calciatore, saranno decisivi.