Milan, Investcorp frena per il rinnovo di Ibra: si farà solo a cifre più basse

La nuova proprietà dirà sì al rinnovo di Ibrahimovic, ma a cifre più basse di quelle attuali: troppi i 7 milioni di euro di stipendio dello svedese.

21/04/2022

08:26

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Milan ed Ibra, un matrimonio che potrebbe non rinnovarsi. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, l’attaccante svedese e la dirigenza rossonera si incontreranno a fine mese per parlare del rinnovo di contratto. Nel mezzo, però, c’è anche la nuova proprietà, quella di Investcorp, alla quale potrebbe fare comodo avere Zlatan come testimonial, ma non con l’ingaggio attuale.

Milan-Ibra, la nuova proprietà dirà sì al rinnovo ma solo al ribasso

Ibrahimovic non gioca da quattro partite di Serie A, dalla gara contro la Juventus del 23 gennaio. Da quel momento è stato indisponibile per l’infiammazione al tendine d’Achille. Ora punta alla Lazio, in programma domenica sera allo Stadio Olimpico e per il futuro deciderà lui quando smettere. L’appuntamento con la dirigenza rossonera sarà ancora con Massara e Maldini che la nuova proprietà è orientata a confermare, così come l’appeal di Ibra – soprattutto sui social dove raggiunge centinaia di milioni di persone – potrebbe essere sfruttato per aumentare ulteriormente i ricavi commerciali.

Le cifre per il rinnovo, però, saranno decisamente più contenute di quelle attuali: Ibrahimovic è in scadenza a giugno, ha uno stipendio da 7 milioni annui e se rinnoverà per un ulteriore anno la cifra sarà inferiore di un terzo. Due milioni circa, a cui aggiungere magari dei bonus legati a presenze e risultati.