Milan-Napoli, Domenichini: “Vittoria di voglia e carattere”

Il vice di Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match contro il Milan: le sue dichiarazioni.

18/09/2022

23:35

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Il vice di Luciano Spalletti, Marco Domenichini, ha analizzato ai microfoni di DAZN la vittoria conquistata dal Napoli sul campo del Milan, in occasione della settima giornata di Serie A. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da TuttoNapoli.net.

(Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Milan-Napoli, le dichiarazioni di Domenichini nel post partita

Sulla partita
“E’ stata una partita difficile contro un ottimo Milan. Abbiamo sbagliato i primi 20′, non riuscivamo a far girare la palla. Poi ci siamo riusciti, abbiamo trovato sbocchi e la situazione è migliorata. Nel secondo tempo abbiamo sbagliato in qualche occasione, ma tutto sommato la squadra ha dimostrato carattere e voglia di vincere. Siamo contenti”.

LEGGI ANCHE: Milan-Napoli, Pioli: “Non possiamo perdere giocando così bene”

In base a cosa scegliete tra Raspadori e Simeone?
“Raspadori è uno da palleggio, viene incontro, è bravo a smistare. Invece Simeone attacca più la profondità, va a pressare. Il mister ha ritenuto oggi di giocare con Raspadori perché voleva fare più palleggio, specie all’inizio, anche se poi non ci siamo riusciti. Sono due calciatori importanti, possono essere determinanti anche se non giocano dall’inizio”.

Da dov’è nata l’idea di mettere Zerbin e non Lozano?
“Zerbin ha dimostrato che può fare molto bene. E’ un giocatore a tutta fascia, sa anche difendere e avevamo bisogno anche di copertura. Loro poi giocavano coi trequarti lì, bisognava scambiarsi la posizione. Abbiamo preferito far entrare Zerbin, senza nulla togliere agli altri”.

Cos’ha detto Spalletti a fine partita?
“Ce l’aveva con qualche giocatore che non aveva fatto quello che voleva fare. Era contento, ma rimproverava determinate cose che secondo lui avevano sbagliato”.

Ci sono squadre più forte di voi in Serie A?
“Sicuramente ci saranno. Noi giochiamo ogni domenica per fare il massimo, poi pian piano vediamo cosa si può fare. Sicuramente stiamo facendo bene, ma siamo una squadra giovane e bisogna lavorare tanto. Ci sono anche parecchi nuovi”.

State scoprendo qualche calciatore leader dopo averne persi tanti? “Anguissa è riuscito a tirar fuori quel qualcosa in più da trasmettere alla squadra. La crescita però è generale, quel qualcosa in più lo stanno dando tutti e si riesce a compensare la personalità che abbiamo perso”.

Correlati

23:10

18/09/2022

Nel posticipo dell‘8ª giornata di Ligue 1, il Paris Saint-Germain vince 0-1 contro l’Olympique Lione e si riprende...

Nel posticipo dell‘8ª giornata di Ligue 1, il Paris Saint-Germain vince 0-1...

23:10

18/09/2022

23:00

18/09/2022

La 7ª giornata di Serie A è andata in archivio con il posticipo della domenica. A San Siro è il Napoli a prevalere sul Milan...

La 7ª giornata di Serie A è andata in archivio con il posticipo della domenica....

23:00

18/09/2022

Serie A

23:30

24/09/2022

L’ex allenatore di Milan, Juventus e Real Madrid, Fabio Capello, è stato ospite al Festival dello Sport di Trento, dove ha...

L’ex allenatore di Milan, Juventus e Real Madrid, Fabio Capello, è stato...

23:30

24/09/2022

22:40

24/09/2022

La Juve sta già pianificando il mercato per la prossima stagione, e i principali nomi studiati da Arrivabene nell’ultimo...

La Juve sta già pianificando il mercato per la prossima stagione, e i principali...

22:40

24/09/2022