Nati Oggi: Antonio ed Emanuele Filippini: i gemelli del gol

Il 3 luglio 1973 a Brescia nascono i gemelli Antonio ed Emanuele Filippini.

03/07/2022

08:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP via Getty Images)

Il 3 luglio del 1973 nascono a Brescia  i gemelli Antonio ed Emanuele Filippini. I due giocatori nascono calcisticamente centrocampisti. Per via del loro grado di parentela, è forse anche per il famoso cartone animato Holly e Benji, sono soprannominati “i gemelli del gol”.

Antonio ed Emanuele Filippini: la carriera

Cresciuti nelle giovanili del Brescia, la società lombarda decide di cederli in prestito all’Ospitaletto in Serie C nel 1992 per fare maturare ad entrambi un po’ di esperienza. Nel 1995 tornano nella società lombarda disputando due campionati di Serie B e contribuendo alla promozione in Serie A nella stagione 1996/1997. Esordiscono nella massima Serie il 31 agosto 1997 nel match che il Brescia gioca e perde contro l’Inter a causa della doppietta di Alvaro Recoba. Quella stagione, la 97/98, si conclude con la retrocessione. Dopo 2 stagioni di Serie B, vengono promossi con le “Rondinelle” in Serie A, dove rimangono per 2 stagioni sotto la guida di Carlo Mazzone.

Pur avendo giocato per quasi tutta la loro carriera nella stessa squadra, in due occasioni vengono divisi. La prima volta, nella stagione 2002/2003, i due finiscono per giocare da avversari la cosiddetta “partita dei gemelli” tra Parma e Brescia. Era il 6 novembre 2002 e vinse il Parma, la squadra di Emanuele, per 4-3. È l’unica volta in cui i gemelli giocano contro, perché Antonio poi si ricongiunge al gemello nel gennaio del 2004 quando viene acquistato dal Palermo. I due contribuiscono alla promozione della squadra siciliana in Serie A per poi essere ceduti alla Lazio dove esordiscono anche in Europa giocando la Coppa UEFA. Antonio conoscerà la Coppa UEFA anche con la maglia del Livorno nella stagione 2006/2007.

Antonio ed Emanuele Filippini
(Photo by New Press/Getty Images)

Nella Lazio rimangono una stagione prima di essere ceduti entrambi al Treviso, stagione 2005/2006. Dopo la retrocessione della squadra veneta, i due vengono di nuovo divisi: Antonio al Livorno ed Emanuele al Bologna. Emanuele raggiunge il gemello a Livorno nella stagione successiva ma non riesce ad evitare la retrocessione dei toscani.

L’addio al calcio giocato

Nel 2008 – 2009 il Livorno ritrova la promozione nella massima serie. Emanuele, al contrario di Antonio, conclude la stagione mestamente con sole 11 presenze e non gli viene rinnovato il contratto. Decide così di abbandonare il calcio giocato. Antonio continua per altre due stagioni chiudendo la carriera da calciatore nel Brescia, nella stagione 2010/2011.

Antonio ed Emanuele Filippini concludono le carriere collezionando rispettivamente 37 reti il primo e 21 reti il secondo.

Correlati

16:20

13/08/2022

Dopo una breve (ma intensa) estate, fatta di mercato e colpi di scena, anche la Serie A è pronta a riprendersi il suo spazio. Il...

Dopo una breve (ma intensa) estate, fatta di mercato e colpi di scena, anche la...

16:20

13/08/2022

16:00

13/08/2022

Intervenuto in conferenza stampa, Massimiliano Alvini, tecnico della Cremonese, ha presentato la sfida di domani contro la...

Intervenuto in conferenza stampa, Massimiliano Alvini, tecnico della Cremonese, ha...

16:00

13/08/2022

Calcio e...

Nato a Strumica il 27 luglio 1983. La carriera di Pandev si è spesa quasi interamente in Italia. Arrivato giovanissimo...

Nato a Strumica il 27 luglio 1983. La carriera di Pandev si è spesa quasi...

08:00

27/07/2022

08:30

26/07/2022

Il 26 luglio 2006 la FIGC si pronuncia in merito al titolo da assegnare nel campionato appena terminato e vinto sul campo dalla...

Il 26 luglio 2006 la FIGC si pronuncia in merito al titolo da assegnare nel...

08:30

26/07/2022