Nati Oggi: John Terry, la bandiera di Stamford Bridge

Il 7 dicembre del 1980 nacque John Terry, straordinario capitano del Chelsea e monumento del calcio inglese.

07/12/2021

08:00

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Il 7 dicembre 1980, a Londra, nasce il difensore inglese più forte della sua generazione: John Terry. Cresciuto nelle giovanili del West Ham, a soli 15 anni passa al Chelsea, di cui diventerà capitano e uomo simbolo. Pur avendo ammesso, candidamente, a inizio carriera, di tifare Manchester United. Poco male, perché il destino per Terry ha un piano ben preciso: in Blues resta fino al 2017, alzando al cielo ogni trofeo immaginabile, ad eccezione del Mondiale per Club.

Fuori dal campo, quella di Terry è una vita tumultuosa e a volte scandalosa, ma non al punto da ostacolarne, neanche per un momento, la crescita in campo. Esordisci in prima squadra nel 1998, ma è dal 2000 che diventa un punto fisso della squadra, ad appena 20 anni. Il merito è di Ranieri, che lo piazza al fianco del capitano Marcel Desailly. Negli anni successivi, con l’arrivo di Roman Abramovič alla guida del Chelsea, arriva Mourinho, dal Porto Campione d’Europa, a sostituire Ranieri. Siamo alla stagione 2004/2005, molte cose cambiano a Stamford Bridge, ma Terry resta lì, con la fascia di capitano al braccio.

LEGGI ANCHE: Leicester, Rodgers: “Contro il Napoli giocheranno i migliori”

I Blues, dopo 50 anni, tornano a vincere la Premier League, con il contributo, anche in termini di gol, del suo giovane capitano. Che in quella stagione viene nominato miglior difensore della Champions League. Il Chelsea si ripete, bissando la vittoria in campionato, nel 2006. Esce però già agli ottavi in Champions, contro il Barcellona, avversario di match epici negli anni a venire. Archiviata la gestione Mourinho, la squadra entra in un periodo di stanca, tra le gestioni tutt’altro che vincenti di Grant, Scolari e Hiddink. Per rialzarsi, nel 2009, arriva Carlo Ancelotti, e il Chelsea torna subito in vetta alla Premier League.

Nel 2011, al posto di Carletto ecco André Villas-Boas, che prova ad imprimere una vera e propria rivoluzione, accantonando i senatori della squadra, compreso il suo capitano. Una pessima idea, che lo porta dritto dritto verso l’esonero. In via del tutto emergenziale, Di Matteo guiderà i Blues fino al termine del campionato. Mai decisione si rivelò più fortunata. Il Chelsea, che chiude sesto in campionato, vince da outsider la sua prima Champions League, superando ai rigori il Bayern Monaco.

Negli anni successivi, arriveranno altre due Premier, nel 2015 e nel 2017, sotto la guida ancora di Mourihno e di Conte. È anche l’anno in cui Terry, dopo 717 presenze e 67 reti, dice addio al Chelsea, chiudendo la carriera all’Aston Villa. Ben più drammatico è stato il suo rapporto con la Nazionale, chiuso nel 2012 a causa della accuse di razzismo rivoltegli dalla Federazione Inglese. Negli anni successivi, in tanti, tifosi e giornalisti, hanno spinto per un ritorno in Nazionale di Terry, per un lungo periodo capitano dei Leoni, trovando sempre le porte chiuse.

Correlati

21:00

06/12/2021

Andrea Pinamonti ha parlato ai microfoni di Dazn del suo momento e degli obbiettivi che si è prefissato, senza dimenticare il...

Andrea Pinamonti ha parlato ai microfoni di Dazn del suo momento e degli obbiettivi...

21:00

06/12/2021

21:02

06/12/2021

Una bella rimonta che dà entusiasmo e convinzioni all’Empoli di Aurelio Andreazzoli. Ecco il commento del tecnico a fine...

Una bella rimonta che dà entusiasmo e convinzioni all’Empoli di Aurelio...

21:02

06/12/2021

Calcio e...

13:40

14/01/2022

Secondo quanto riportato dal giornalista sporivo Gianluca Di Marzio, Sebastian Giovinco potrebbe tornare a giocare nella MLS....

Secondo quanto riportato dal giornalista sporivo Gianluca Di Marzio, Sebastian...

13:40

14/01/2022

Fino al 2004, prima della Coppa del Mondo per Club, a decidere chi fosse la squadra di calcio più forte del mondo era la Coppa...

Fino al 2004, prima della Coppa del Mondo per Club, a decidere chi fosse la squadra...

08:30

14/01/2022