Nati Oggi: Marco Verratti, il “Maestro” del centrocampo parigino

il 5 novembre del 1992 nasceva uno dei più forti centrocampisti della nuova era calcistica, Marco Verratti.

05/11/2021

08:00

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Tanti auguri a Marco Verratti, nato a Pescara il 5 novembre 1992, e oggi giocatore centrale nel PSG. Centrocampista tecnico e completo, in campo può ricoprire diversi ruoli, dal playmaker davanti alla difesa al regista, fino al trequartista. Cresciuto in una realtà di provincia come il Manoppello, passa al Pescara nel 2006, a 13 anni. Qui, debutta giovanissimo in prima squadra: nel 2008, a nemmeno 16 anni, fa il suo esordio da titolare in Prima Divisione, l’attuale Serie C.

La stagione successiva, Marco Verratti segna la sua prima rete tra i professionisti, e il Pescara ritrova la Serie B. Di Francesco, tecnico degli abruzzesi nella stagione 2010/2011, lo lancia tra i titolari, ma è l’anno successivo quello della svolta. A Pescara arriva Zeman, che ne arretra il raggio di azione: Verratti diventa un vero e proprio regista, e gioca una stagione strepitosa. Gli abruzzesi conquistano la Serie A, il giovane talento la prima convocazione in Nazionale, senza aver mai giocato nel massimo campionato. E, soprattutto, sulla scrivania pescarese fioccano le offerte. Alla fine, la spunta nientemeno che il PSG, per 12 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Milan, Gazidis: “Sto bene, non vedo l’ora di tornare. Il Milan mi dà orgoglio”

Cifra che oggi fa quasi sorridere, ma che allora, per un giovane senza alcuna esperienza ai massimi livelli, nessuna italiana si era sentita di sborsare. A Parigi Marco Verratti dimostra di meritare certi palcoscenici, e diventa subito titolare del centrocampo di Carlo Ancelotti, in coppia con Matuidi. Da lì in poi, la sua è una crescita costante: esordisce in Champions League, e piano piano si impone come uno dei giovani centrocampisti più dotati del calcio europeo. Tocca tantissimi palloni, e sbaglia pochissimi passaggi. Segna poco, giocando molto distante dalla porta, e a volte fa fatica a contenere interventi e reazioni fuori luogo, che gli costano qualche cartellino di troppo.

Nonostante tutto, però, nel PSG è insostituibile: cambiano allenatori e compagni di squadra, ma lui è sempre lì, paragonato ora a Pirlo, ora a Xavi, senza assomigliare a nessuno dei due. Geometra del centrocampo, ha forse un po’ meno talento di entrambi, ma corre per tre e non fa mai mancare il suo contributo. In otto stagioni in Francia (ha da poco iniziato la nona, ndr) ha messo in fila record su record: Verratti è primo per Ligue 1 vinte (7), per trofei vinti in maglia PSG (25), per presenze europee in maglia PSG (60), per Coupe de France vinte (5), per Coupe de la Ligue vinte (6) e per Supercoppe francesi (7).

Ed ha ancora 28 anni, nei quali ha messo in fila 38 presenze con la Nazionale Italiana, segnando anche 3 reti. Ha sfiorato, qualche mese fa, la Champions Legaue, e con gli Azzurri manca ancora una grande rassegna vissuta da protagonista, ma chissà che gli Europei del 2021 non siano l’occasione giusta…

Calcio e...

Nato a Strumica il 27 luglio 1983. La carriera di Pandev si è spesa quasi interamente in Italia. Arrivato giovanissimo...

Nato a Strumica il 27 luglio 1983. La carriera di Pandev si è spesa quasi...

08:00

27/07/2022

08:30

26/07/2022

Il 26 luglio 2006 la FIGC si pronuncia in merito al titolo da assegnare nel campionato appena terminato e vinto sul campo dalla...

Il 26 luglio 2006 la FIGC si pronuncia in merito al titolo da assegnare nel...

08:30

26/07/2022