Real campione di Liga. Atletico: la Champions è a rischio.

Il Real vince la Liga numero 35. A Pamplona c'è un bomber inaspettato.

02/05/2022

19:37

• Tempo di lettura: 4 minuti

Tempo di lettura: 4 minuti

La 34ªgiornata di Liga incorona il Real Madrid Campione di Spagna e i Blancos possono festeggiare con quattro giornate di anticipo un campionato mai davvero insediato dalle avversarie.
Alle spalle della squadra allenata da Carlo Ancelotti il Siviglia perde punti contro il Cadice mentre il Barcellona vince dopo la sconfitta rimediata contro il Rayo Vallecano.

Re Carlo vince anche in Liga col Real

Al Real bastava un pareggio per vincere matematicamente la Liga ma a fine primo tempo il malcapitato Espanyol si trova sotto di due reti, segnate entrambi da Rodrygo. Sebbene il talentino brasiliano non sia un titolare inamovibile come altri compagni, nelle ultime partite si è reso utile con gol e assist. A chiudere la pratica nel secondo tempo, e a dare inizio alla festa blanca, sono Asensio e Benzema. Il francese all’ 81° mette il sigillo sul gol numero 26 di questa Liga e si conferma con ampio distacco Pichichi di questa stagione, dato che gli inseguitori Iago Aspas, Raul De Tomas e Enes Ünal sono stai lasciati tutti a quota 15 gol.

LEGGI ANCHE: UEFA, Ceferin: “La Superlega è finita. Dico grazie ai tifosi inglesi”

Atletico: la Champions è a rischio

Mentre la parte Blanca di Madrid scende in piazza per alzare la 35ª Liga, l’Atletico cade al San Mamés sotto i colpi di un Athletic Bilbao corsaro che si porta ad un solo punto da un piazzamento europeo alle spalle del Villarreal.
Mario Hermoso sblocca la partita segnando nella porta sbagliata e manda avanti involontariamente l’Athletic. I padroni di casa segnano nel secondo tempo su rigore il gol che sigilla il risultato grazie a Iñaki Williams.
La situazione in casa Atletico rischia di diventare scottante e le prossime settimane decideranno il voto da dare alla stagione dei Colchoneros.

La squadra occupa al momento il quarto posto con quattro punti in più del Betis quinto e le prossime partite saranno tutto fuorché facili. Domenica l’Atletico ospiterà un Real già campione di Liga ma sicuramente intenzionato a fare uno sgarbo ai cugini. Successivamente sarà il turno di un Elche abbastanza tranquillo in ottica salvezza.
Gli ultimi due incontri saranno ancora più difficili dato che l’Atletico Madrid dovrà giocare in casa contro il Siviglia e in trasferta contro la Real Sociedad.

Il Betis giocherà stasera il posticipo contro il Getafe e potrebbe far sentire il fiato sul collo alla squadra di Simeone portandosi a solo un punto di distanza. La situazione non è semplice e, come detto dal capitano Oblak nel post partita, nessuno sarà tranquillo finché la qualificazione in Champions non sarà matematica.

Ritorno al gol per El Tigre

Tra i prossimi rivali dell’Atletico, come detto, c’è la Real Sociedad che domenica ha pareggiato 1-1 contro un Rayo Vallecano che è ad un passo dalla salvezza matematica. L’inizio di stagione del Rayo aveva fatto presagire qualcosa in più ma riuscire a mantenere la categoria è comunque un risultato importante per una realtà che deve sgomitare con vicine più grandi e ingombranti.

La squadra di Madrid va sotto per un gol di Alexander Sørloth ma riacciuffa il pareggio grazie a Radamel Falcao, finalmente nel tabellino dei marcatori per la prima volta dal 6 novembre scorso.

Turnover Villarreal, bene il Barça. Budimir bomber all’improvviso

A pareggiare è anche il Siviglia che non va oltre l’1-1 contro un Cadice che nelle ultime partite ha rubato punti al Villarreal e ha battuto il Barcellona al Camp Nou.

Seppur cerchi di dare importanza al campionato, tutte le attenzioni del Villarreal sono indubbiamente rivolte al tentare la remuntada contro il Liverpool martedì all’Estadio de la Cerámica, El Madrigal per i nostalgici.
Contro il Deportivo Alaves arriva una sconfitta per 2-1 ma Unai Emery cerca di far riposare il più possibile uomini chiave come Rulli, Capoue e Lo Celso.
Contro il Liverpool, El Submarino Amarillo dovrà provare una delle grandi imprese del calcio moderno ma i quasi 25.000 tifosi cercheranno di spingere il Villarreal ad un altro momento di grande sport.

Chi è senza troppe ambizioni è il Barcellona che, fuori da tutto, onora comunque il campionato vincendo 2-1 contro il Maiorca e andando a +2 sul Siviglia. In gol per i Blaugrana sono Depay e Busquets mentre gli ospiti accorciano, troppo tardi, con Antonio Raillo.

Una bella notizia arriva da una vecchia conoscenza del campionato italiano, Ante Budimir. L’ex attaccante croato di Crotone e Sampdoria è andato in rete per la quinta partita di fila con la maglia dell’Osasuna, questa volta nel pareggio 1-1 contro l’Elche.