Connect with us

Serie A

Roma-Napoli (2-0): vincono i giallorossi, espulsi Politano e Osimhen

Published

on

Live Roma-Napoli

Live Roma-Napoli – Una sorta di ultimo treno per il piazzamento Champions League. Vale tantissimo questo Roma–Napoli, che la vittoria odierna del Bologna sull’Atalanta ha reso ancora più decisivo. I giallorossi devono vincere per tornare a -3 dal quarto posto, il Napoli per arrivarci a -1. Mou lascia in panchina Pellegrini e Spinazzola, torna titolare Mario Rui nei partenopei.

Annunciate le formazioni ufficiali di Roma-Napoli, match in programma alle 20:45 allo Stadio Olimpico e valido per la 17ª giornata di campionato. Di seguito le scelte dei due tecnici José Mourinho e Walter Mazzarri.

ROMA (3-5-2): Rui Patricio, Mancini, Llorente, Ndicka, Kristensen, Cristante, Paredes, Bove, Zalewski, Belotti, Lukaku.

NAPOLI (4-3-3): Meret, Mario Rui, Juan Jesus, Rrahmani, Di Lorenzo, Zielinski, Lobotka, Anguissa, Kvaratskhelia, Osimhen, Politano.

Roma-Napoli, la cronaca del primo tempo 

Iniziata la partita a Roma. Subito aggressività da parte della squadra di casa, che sta cercando da subito di mettere pressione alla squadra di Mazzarri. Al 14′ i giallorossi si spingono nella metà campo avversaria con Mancini, il quale crossa al centro dell’area ma con la difesa azzurra pronta a spazzare in angolo. Gli uomini di Mourinho ad un passaggio dal vantaggio al 19′: lancio per Lukaku, palla che poi arriva a Bove che piazza un tiro preciso che si stampa però sulla traversa. Dopo due minuti la Roma è nuovamente pericolosissima con protagonista ancora Bove, con quest’ultimo che calcia in area di rigore un tiro forte ma centrale che Meret ribatte con le gambe. Ora i giallorossi stanno praticamente dominando la gara dell’Olimpico. Al 29′ ammonizione per Mario Rui. Ammonito tra le fila giallorosse anche Paredes, dopo intervento precedente. Partita nervosa in questa fase centrale del primo tempo: ammonito Kristensen per fallo (braccio largo) su Kvara. Proprio su quest’ultimo Cristante commette fallo, guadagnano un’altra ammonizione per La Roma. Tanto, tantissimo nervosismo in questo primo tempo. Al 41′ pericolo per la porta della Roma con Osimhen che non inquadra la porta dopo pallone arrivato in area di rigore da calcio d’angolo. 4′ di recupero in questo incandescente primo tempo. Nessun guizzo sul finale, primo tempo fermo sullo 0-0.

Roma-Napoli, la cronaca del primo tempo 

Iniziato il secondo tempo a Roma. Al 3′ è Zielinski a rendersi pericoloso, ma Rui Patricio blocca senza problemi. Al 10′ il Napoli scappa in contropiede con Politano, con quest’ultimo che serve Kvara indirizzato verso la porta: dalla fascia, si accentra e calcia ma il pallone è centrale. Sostituzione per il Napoli al 56′, entra Cajuste al posto di Lobotka. Al 21′ riparte Politano, trattenuto da Bove: l’attaccante del Napoli commette un fallo di reazione e viene espulso dall’arbitro per doppia ammonizione. Azzurri che giocheranno in dieci uomini per la metà del secondo tempo. Sostituzioni per i giallorossi: fuori Zalewski, Paredes e Belotti, dentro El Shaarawy, Azmoun e Pellegrini. 9Altro provvedimento disciplinare. sul Napoli: ammonito Osimhen. Altro cambio per Mourinho: fuori Kristensen, dentro Celik. Al 31′ arriva il vantaggio dei padroni di casa con Pellegrini: pallone in area di rigore, sporcato da un giocatore giallorosso ma che diventa un assist per Pellegrini. Il centrocampista calcia e fulmina Meret. Ora si fa dura per gli uomini di Mazzarri. Sostituzione in casa azzurra: fuori Mario Rui, dentro Zerbin. Al 39′ Lukaku va vicinissimo al raddoppio, ma Meret chiude la porta con un intervento prodigioso. Al 41′ espulso anche Osimhen dopo intervento su El Shaarawy. Ora per il Napoli le cose si complicano anche per le partite a venire. Nigeriano straripante all’uscita dal campo. Un altro miracolo di Meret, in pieno recupero, arriva sul tocco a tu per tu con Pellegrini. Il portiere partenopeo evita per l’ennesima occasione il raddoppio della Roma. All’ultimo secondo la Roma riesce a chiudere la partita con un raddoppio, stavolta con Romelu Lukaku. Partita infinita, gli azzurri cadono ancora dopo il pesante ko interno, in Coppa Italia, contro il Frosinone. La squadra di Mourinho vince (e convince) e scavalca proprio i partenopei in classifica, portandosi al 6° posto.