Roma, scatta l’ora di Stephan El Shaarawy

14/03/2021

10:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Antonietta Baldassarre/Insidefoto)

Il gol contro lo Shakhtar Donetsk in Europa League potrebbe aver riportato El Shaarawy esattamente a dove ci aveva lasciato un paio d’anni fa, sempre all’Olimpico e sempre con lo stemma della Roma sul proprio petto.

Roma: ora tocca ad El Shaarawy

Il faraone ha aspettato questo momento per mesi, preparandosi da solo e affrontando diverse insidie pur di tornare a giocare all’ombra del Colosseo, dopo esser stato già protagonista nella splendida Roma di Eusebio Di Francesco. L’esperienza in Cina non è andata benissimo ed ecco il suo ritorno, quasi come se nel mezzo non fosse praticamente accaduto nulla.

La condizione fisica non è delle migliori, ma gli sono bastate giusto un paio di partite per rientrare nei meccanismi e collezionare un gol davvero splendido, nonché decisivo in termini di qualificazione. Il gol contro lo Shakhtar dà fiducia a lui e alla Roma che adesso, dopo l’infortunio di Mkhitaryan, punterà in maniera concreta sul Faraone per la trasferta di Parma, dove spera naturalmente che l’ex Milan possa essere nuovamente decisivo.

Il ruolo sulla trequarti al fianco di uno tra Pedro e Pellegrini è suo, Fonseca gliel’ha praticamente promesso e lui sarà pronto a non far rimpiangere il proprio tecnico. Per la Roma vincere sarebbe fondamentale in chiave quarto posto e in vista del big match della prossima giornata con il Napoli, uno scontro diretto che potrebbe realmente decidere le sorti dei capitolini. In attesa del primo big match da vincere in Serie A, El Shaarawy darà il meglio di sé a Parma, dove proverà a convincere Fonseca di essere pronto a riprendere a giocare con una certa continuità. In attesa del ritorno di Zaniolo e di Mkhitaryan e con Pedro, Pellegrini, Carles Perez e Pastore, la situazione sulla trequarti della Roma diventa incandescente. Il Faraone è pronto a giocarsi le sue carte per scalare le gerarchie.

El Shaarawy
(Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)