Salernitana-Spezia 1-0: una magia di Mazzocchi regala la vittoria a Nicola

Salernitana Spezia

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Salernitana-Spezia è la gara delle 15 dell’11^ giornata di Serie A. Scontro salvezza importante per Nicola e Gotti: chi perde torna in crisi. I padroni di casa si presentano con il tandem Dia-Bonazzoli, gli ospiti rispondono con la coppia Gyasi Nzola. Di seguito la cronaca del match che comincia con il saluto di Frank Ribery alla sua gente: è ufficiale il suo ritiro dal calcio giocato.

Salernitana Spezia
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Salernitana-Spezia, il primo tempo

Salernitana Spezia
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

In avvio di gara si fa vedere lo Spezia che ci prova con una conclusione di Nikolaou dai 25 metri che sfila sul fondo. Gli ospiti impongono da subito un ritmo molto alla sfida mettendo in difficoltà i padroni di casa. Nonostante l’intensità espressa in campo, i liguri non riescono ad impensierire particolarmente Sepe. La sfida si accende nella zona mediana del campo e scoppia una mini rissa tra Vilhena e Gyasi: ammoniti entrambi. Al minuto 22 si fa vivo Agudelo che impegna Sepe dal limite con un pericoloso tiro di destro, sulla respinta lo stesso trequartista non riesce a ribadire in rete. Subito dopo ci prova Gyasi ma il tiro in diagonale finisce a lato. Al minuto 25 pericolosa la Salernitana con Mazzocchi che calcia alto dal limite. Il pallino del gioco resta in mano allo Spezia che pecca sempre di cinismo negli ultimi 20 metri pur congegnando bene fino alla trequarti avversaria. I campani provano a colpire in contropiede con Dia che va vicino al gol dopo un bel duetto con Bonazzoli. Sul calcio d’angolo seguente Gyomber calca incredibilmente alto in piena area. Di contro Holm mette i brividi a Sepe con una bordata dal limite che finisce a fil di palo. Dall’altra parte del campo lo imita Candreva che calcia a lato dal limite dell’area. Il primo termina in parità senza ulteriori sussulti.

Il secondo tempo

La seconda frazione si apre sullo stesso copione del primo tempo, con lo Spezia molto aggressivo nella metà campo avversaria. Al primo affondo la Salernitana però passa in vantaggio. Mazzocchi infila Dragowski con un bellissimo tiro a giro dal limite. Il vantaggio degli uomini di Nicola non cambia l’andamento della partita. Lo Spezia preme alla ricerca del pareggio ma i campani si difendono molto bene e provano a ripartire in contropiede. Al minuto 60 Nzola va vicinissimo al pareggio sfiorando il palo con un pericolosissimo tiro da limite. Nicola lancia anche Piatek per Dia per rivitalizzare l’attacco. Al minuto 70 Gyomber colpisce una clamorosa traversa dal limite andando ad un passo dal raddoppio. Dieci minuti dopo è proprio Piatek a divorarsi una clamorosa occasione sparando a lato da ottima posizione. Gli uomini di Gotti si riversano in attacco e a due minuti dalla fine Nzola va vicinissimo al pareggio con Nzola che da dentro l’area piccola calcia incredibilmente alto. Chiffi assegna dieci minuti di recupero ed è Dragowski a tenere in vita lo Spezia con due miracoli, uno su Piatek e uno su Daniliuc. Il centravanti ex Milan si mangia l’ennesima occasione ad un minuto dalla fine. I campani resistono e portano a casa una vittoria fondamentale.