Scaroni: “La nostra Serie A è una Serie B rispetto ai campionati europei”

In un'intervista a 'Il Foglio', il presidente del Milan Paolo Scaroni, ha parlato del momento del calcio italiano e il gap con gli altri campionati.

18/06/2022

17:14

• Tempo di lettura: 1 minuto

Tempo di lettura: 1 minuto

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

In un’intervista a Il Foglio, il presidente del Milan Paolo Scaroni, ha parlato del momento del calcio italiano e della differenza, sia di livello che economica, con gli altri campionati europei. Ecco gli spunti più interessanti.

Le parole di Scaroni a Il Foglio

I problemi del calcio italiano
“Il mondo del calcio, come qualunque altro settore dell’entertainment è fatto di prodotti e dalla capacità di venderli. Noi dobbiamo presentare un prodotto che piace. Il calcio è sì uno sport ma anche uno spettacolo e uno spettacolo richiede uno stadio bello e possibilmente ben illuminato, sempre pieno di tifosi, moderno, nè troppo grande nè troppo piccolo. Non solo abbiamo stadi più vuoti ma li abbiamo anche più vecchi e non riusciamo a incassare denaro dalle attività ancillari che gravitano attorno all’impianto. Ricavi di Milan e Inter sommati delle stagioni 17/18 e 18/18 sono inferiori a quelli di Chelsea, Tottenham, Arsenal, Liverpool e Manchester United considerati singolarmente”.

Il gap tra la Serie A e gli altri campionati europei
“La nostra Serie A è diventata una Serie B se comparata con gli altri grandi campionati europei. Ci hanno superato tutti, o quasi, negli ultimi vent’anni”.