Serie A, in arrivo le nuove norme Covid che limitano le Asl

Serie A, in arrivo nuove norme per salvaguardare il calcio italiano: Asl limitate, quarantena soft e soglia di positivi al 35%.

12/01/2022

10:42

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

La Serie A ed il calcio italiano si preparano ad affrontare una nuova svolta per quanto riguarda l’emergenza Covid. Vicino l’accordo sulle nuove norme che regolarizzeranno le Asl, riducendone l’efficacia. Si gestiranno uniformemente anche le positività al Coronavirus nei campionati di vertice di calcio, basket e pallavolo. Tutte le novità: dalla quarantena soft alla soglia di positività del 35% esclusi i primavera.

Quarantena soft

Secondo la Gazzetta dello Sport, dovrebbe essere inserita la cosiddetta “quarantena soft”. I contatti stretti dei positivi potranno dunque allenarsi e giocare le partite. Inoltre i vaccinati con ultima dose negli ultimi 120 giorni non verrebbero fermati, ma dovranno osservare soltanto un periodo di “autosorveglianza“. Per chi, invece, avrà ricevuto l’ultima dose da più di 120 giorni, sarà attivata la famosa quarantena soft per tre giorni (potrà quindi giocare le partite) e non dovrà isolarsi per cinque giorni. Per fare un esempio pratico: Rrahmani, Zielinski e Lobotka, che hanno giocato contro la Juventus sotto l’incertezza ed il dubbio giuridico, da domani sarebbero schierabili senza alcun problema.

LEGGI ANCHE: Serie A, giovedì 13 Assemblea di Lega in via d’urgenza

Serie A: stop col 35% di positivi

Nella bozza per il Governo, si discute il cambiamento della soglia di positività in squadra. Il limite di positivi al Covid, tra calciatori e atleti in squadra, sarà del 35%. Questa soglia, se superata, impedirà la disputa della partita di Serie A.

Il “gruppo squadra” non comprenderà più i primavera

L’espressione “gruppo squadra” non farà più riferimento alla primavera del club, come il modello Premier League. Prima infatti, con 13 non positivi, compresi i primavera, la squadra poteva giocare, nel prossimo futuro, invece, dovrebbe essere diverso. Il limite per far scattare la non disputa della partita sarà di carattere sanitario, e corrispondente al 35% di calciatori/atleti presenti in squadra, come detto prima.

Correlati

09:03

12/01/2022

Tutto pronto per l’attesa sfida di Supercoppa Italiana tra Inter e Juventus. Lo stadio Giuseppe Meazza di San Siro è...

Tutto pronto per l’attesa sfida di Supercoppa Italiana tra Inter e Juventus....

09:03

12/01/2022

22:38

11/01/2022

Con la rete di Riccardo Orsolini, la 21a giornata di Serie A arriva a totalizzare ben 23 reti in trasferta, un numero mai...

Con la rete di Riccardo Orsolini, la 21a giornata di Serie A arriva a totalizzare...

22:38

11/01/2022