Tunisia-Mali, l’arbitro fischia prima del tempo: finisce 0-1, ma è caos

Caos nel finale di partita, perché l'arbitro fischia prima del 90' e senza recupero.

12/01/2022

16:35

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by ISSOUF SANOGO/AFP via Getty Images)

La Coppa D’Africa entra nel vivo con la gara odierna tra Tunisia e Mali, sfida del gruppo F che vede al proprio interno anche Gambia e Mauritania. I padroni di casa si presentano con un offensivo 4-3-3 in cui Khazri è il riferimento centrale del tridente d’attacco, il Mali si affida a I. Koné come vertice avanzato del suo 4-2-3-1.

PRIMO TEMPO

La prima frazione di gioco vede il Mali prendere molto più spesso l’iniziativa e andare vicino alla rete con Kouyate che su angolo da ottima posizione spara però alle stelle (13′). Dopo il primo quarto d’ora di marca ospite, la Tunisia riesce a riprendere il pallino del gioco senza però creare particolari problemi dalle parti di Mounkoro. Tantissimi i palloni messi in mezzo al termine di azioni ben manovrate, ma l’imprecisione nell’ultimo passaggio penalizza tantissimo i padroni di casa. L’occasione più ghiotta capita sul finire del primo tempo quando Khazri, dopo ottimo controllo in area, si fa respingere il tiro a botta sicura da un difensore intervenuto alla disperata. Poco prima il Mali aveva sfiorato il vantaggio con un missile di Haidara dal limite. La prima frazione termina sullo zero a zero.

LEGGI ANCHE: Serie A, Calcagno: “Servono regole chiare, non possiamo più fermarci”

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con l’episodio che sblocca la partita. Ellyes Skhiri tocca di mano e l’arbitro assegna un netto calcio di rigore al Mali che viene trasformato impeccabilmente da Ibrahima Kone. Gli ospiti passano meritatamente in vantaggio e da quel momento controllano la sfida gestendo i ritmi del gioco. Tuttavia Mounkoro è miracoloso su una grandissima punizione dal limite di Khazri (56′). L’episodio scuote i padroni di casa che un minuto dopo vanno vicinissimi al pareggio con un bel colpo di testa dello stesso Khazri e più in generale arrembano l’area avversaria schiacciando il Mali che resiste fino al minuto 75′ quando Sikazwe, con l’ausilio del VAR, assegna un netto rigore alla Tunisia per fallo di mano di Djenepo. Mounkoro sale però nuovamente in cattedra e para il rigore di Khazri. I padroni di casa, scossi dall’errore, arrembano in maniera confusionaria l’area avversaria senza creare grossi grattacapi. L’espulsione di El Bilal Toure del Mali incendia il finale ma il Mali resiste e porta a casa un’incredibile vittoria. Vittoria che si tinge di giallo visto che l’arbitro ha fischiato la fine tre minuti prima del novantesimo. Il rifiuto della Tunisia a scendere nuovamente in campo ha di fatto confermato i tre punti al Mali.