Verona, Montipò: “Nella gavetta devi accettare tutti gli schiaffi”

Lorenzo Montipò, il portiere dell'Hellas Verona concede un'intervista a 'TMW'. Ecco le parole del classe 1996.

31/03/2022

18:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Getty Images)

Lorenzo Montipò, il portiere dell’Hellas Verona con i suoi 26 anni in un’intervista concessa ai taccuini di Tuttomercatoweb.com ha svelato qualcosa della sua gavetta, dell’idea che ha sulla scuola portieri italiana e anche qualcosa sul suo futuro.

L’intervista di Montipò, il portiere dell’Hellas

intervista Montipò
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Ecco in dettaglio alcuni punti dell’intervista di Montipò concessa a TMW:

LEGGI ANCHE: Verona, Casale: “L’interesse delle big fa piacere, ma non ci penso”

La gavetta. Quante volte non ha trovato spazio.
“Una sola volta. L’estate dove sono tornato dal prestito dal Novara al Siena in C. Ho fatto un campionato da titolare, intero, a 19 anni, e il Novara non mi ha confermato la fiducia che mi aspettavo. Il prestito al Carpi per 6 mesi è stata tra le scelte più sbagliate che potessi fare, dovevo restare a Novara e infatti l’anno dopo mi ha messo titolare”.

Come affrontare quei momenti.
“Italiani o stranieri, qualcuno ti passa sempre davanti e devi accettarlo. Ci sono milioni di persone che voglion fare i calciatori, magari meno i portieri… Però devi accettare tutti gli schiaffi che prendi e devi andare oltre. Altrimenti smetti di giocare a vent’anni. La forza interiore deve farti andare avanti, come tutti dovrebbero fare”.

Scuola portieri italiana, sembra che in ogni grande di Serie A ci sia uno straniero.
“Donnarumma ha scelto l’estero e può significar tanto ma la scuola italiana resta valida. Non voglio ricordare Buffon e Donnarumma ma abbiamo ottimi portieri come Cragno, Gollini, Sirigu che è meno giovane di noi, poi lo stesso Meret. La scuola italiana è valida, poi sono cresciute le scuole estere che hanno concetti diversi da noi come nell’uno contro uno. In Germania, per esempio, è visto in modo diverso ma c’è un grande confronto”.

intervista Montipò
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

L’Hellas-Verona di Montipò.
“Ambientarsi è stato fin troppo facile. Ho una casa bellissima che condivido con la mia compagna e col cane, è una città magnifica a misura d’uomo e che offre tutto. Mi piacciono i veronesi, sono simpatici e alla mano. E poi c’è empatia coi tifosi: abbiamo una grandissima curva, ci sostiene e ci spinge fino all’ultimo minuto in campo. Il calcio qui vale tanto e ci aiuta tanto”.

Il futuro a Verona.
“È scattata la clausola per il contratto col Verona, ho quattro anni qui. Sono molto felice, punto a restare qui il più possibile visto che c’è grande empatia con squadra e tifosi”.

 

Serie A

23:26

27/01/2023

Il programma della 20ª giornata di Serie A è iniziato con i due anticipi del venerdì. Nel tardo pomeriggio il Bologna ha...

Il programma della 20ª giornata di Serie A è iniziato con i due anticipi del...

23:26

27/01/2023

22:43

27/01/2023

Il secondo anticipo della 20ª giornata di Serie A vede il ritorno alla vittoria della Salernitana che sbanca Lecce con il...

Il secondo anticipo della 20ª giornata di Serie A vede il ritorno alla vittoria...

22:43

27/01/2023