Verona, Montipò: “Qui posso restare ad alto livello per anni”

Lorenzo Montipò ha raccontato il suo percorso di crescita e la sua prima avventura con la maglia dell'Hellas Verona in Serie A.

18/02/2022

15:40

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Lorenzo Montipò ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport nella quale ha fatto il punto sul percorso di crescita che lo ha portato fino a vestire la maglia dell’Hellas Verona in Serie A.

Il mio esordio a 17 anni e 2 mesi in un Novara-Lanciano di Serie B lo ricordo come se fosse ieri. Ho saputo di dover scendere in campo solo durante il riscaldamento. Ogni tanto vado a rivedere la parata che ho fatto in quella gara sul palo destro, mi dà una carica pazzesca. Ho avuto solo qualche minuto di panico e poi basta“.

LEGGI ANCHE: Empoli, Andreazzoli: “Samp squadra importante. A noi manca vincere”

L’estremo difensore racconta la reazione dei genitori subito dopo l’esordio sopracitato.

Non avevo ancora capito in che mondo sarei andato a finire. Il direttore sportivo voleva a tutti i costi farmi firmare un contratto, ma i miei genitori imposero prima lo studio e volevano che arrivassi a 18 anni. All’epoca non avevo nemmeno un procuratore, poi presi Fontana che mi rappresenta tutt’ora“.

Montipò è arrivato in Serie A più tardi rispetto alla media precoce dei tempi attuali, ma non dimentica le esperienze passate nelle serie inferiori.

Sono orgoglioso di aver fatto la gavetta in Serie B e C. Anche quando ho disputato l’Europeo con l’Under 21 ero l’unico militante in Serie B assieme a Tonali. Di Biagio è stato fondamentale nel mio percorso e lo ringrazierò sempre“.

Verona, Montipò: “Giroud è l’attaccante che mi ha impressionato di più”

Il portiere del club scaligero parla dell’accoglienza ricevuta dall’Hellas e dai suoi tifosi.

A Verona sono stato accolto bene da tutti. Sono arrivato che ero ancora infortunato, ma ho ricevuto sempre tanta fiducia dal gruppo. I tifosi mi hanno anche dedicato un coro nella trasferta di Venezia, quando la squadra era sotto 3-0. Marco Silvestri è un grande numero uno, ma sono arrivato qui con le idee chiare: salvare il Verona e puntare sempre più in alto. L’Hellas è un ottimo trampolino di lancio, ma potrei restare qui per anni. Conquistare la Nazionale dopo l’Under è un sogno che coltivo da tempo. Questo può essere il posto giusto per arrivarci“.

Montipò prosegue con l’analisi dell’attaccante che lo ha impressionato di più in Serie A e fa il nome di un compagno sul quale nutre particolari speranze in vista del futuro.

Giroud contro di noi ha fatto un gol favoloso. Lui è davvero un grande attaccante e sta dimostrando tutto il suo valore. Faccio i complimenti al Milan perché non molti avrebbero puntato su di lui. Ha sfatato il tabù della maglia numero 9 rossonera. Se devo scegliere un mio compagno che spicca in termini di qualità e in rapporto all’età dico Ivan Ilic. Mi impressiona la sua personalità visto che parliamo di un classe 2001. Sembra stia in Serie A da sempre. Tudor ci ha dato una svolta sul lato mentale. Ci spinge ad andare oltre i nostri limiti ed è un martello. Andiamo a duemila per tutti i 90′ e proviamo ad emergere sul piano fisico“.

Correlati

15:20

18/02/2022

Come riportato dal portale spagnolo Marca, il difensore della Lazio Luiz Felipe avrebbe accettato l’offerta presentata dal...

Come riportato dal portale spagnolo Marca, il difensore della Lazio Luiz Felipe...

15:20

18/02/2022

15:10

18/02/2022

Cesc Fabregas, attuale centrocampista del Monaco e in passato compagno di Lionel Messi al Barcellona, ha rilasciato una lunga...

Cesc Fabregas, attuale centrocampista del Monaco e in passato compagno di Lionel...

15:10

18/02/2022

Serie A

17:20

31/01/2023

L’attaccante della Juventus e della Nazionale Argentina Angel Di Maria è intervenuto al portale Tyc Sports, per parlare...

L’attaccante della Juventus e della Nazionale Argentina Angel Di Maria è...

17:20

31/01/2023

16:47

31/01/2023

Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina è interevenuto ai microfoni della stampa per parlare dei recenti sviluppi sul caso...

Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina è interevenuto ai microfoni della stampa...

16:47

31/01/2023