Wigan in crisi: Moses in aiuto dell’ex squadra con una donazione

10/09/2020

14:01

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Wigan Athletic è una delle squadre storiche del panorama calcistico inglese.
Arrivato in First Division (l’attuale Premier League) per la prima volta nel 2003, è balzato alle cronache nel 2013.
In quell’anno, infatti, i Latics, hanno vinto la FA Cup contro il Manchester City di Roberto Mancini vincitore del campionato.
Il primo e unico storico trofeo è stato l’inizio di un declino iniziato pochi giorni dopo con la retrocessione in Championship.
Da quel momento è stato un saliscendi dal secondo livello alla League One, terza serie inglese.
I problemi veri, però, sono iniziati nella scorsa stagione.
La società è stata posta in amministrazione controllata, penalizzata di 12 punti e, di conseguenza retrocessa al penultimo posto.

Per ripianare le passività del club e per consentirgli di giocare il prossimo campionato si sono mossi i tifosi ed un ex calciatore della squadra: Victor Moses.
Il nigeriano del Chelsea che ha militato nel Wigan tra il 2010 e il 2012 ha, infatti, donato 20 mila sterline che si aggiungono alle 640 mila raccolte in crowfunding dai tifosi del club.
Il calciatore ha voluto contribuire in modo anonimo, ma la notizia è uscita e ha portato al ringraziamento ufficiale da parte degli amministratori del Wigan e di tutti i supporters.
A tre giorni dall’inizio della League One il club ha fatto richiesta di giocare alla EFL con buone possibilità di accoglimento.
La battaglia non è finita, ma ha un sostenitore in più.