Backa Topola-FCSB: 12 gol, 2 espulsi e i calci di rigore

18/09/2020

12:00

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

I turni preliminari delle competizioni europee riservano spesso diverse sorprese. Favole sportive, tonfi clamorosi e, soprattutto, incroci improbabili tra squadre semisconosciute provenienti da mezza Europa. Ma ieri sera, nel secondo turno di qualificazione ai gironi di Europa League, è andato in scena un match tra i più pazzi degli ultimi anni. Che, ciliegina sulla torta, è stato l’unico nella storia delle competizioni europee (Intertoto esclusa) in cui entrambe le squadre abbiano segnato almeno 5 gol, escludendo i calci di rigore. L’incontro in questione è quello tra i serbi del Backa Topola e i romeni del FCSB (l’ex Steaua Bucarest), terminato 6-6 dopo i tempi supplementari e vinto, infine, ai rigori dalla squadra ospite.

Descrivere l’andamento di Backa Topola-FCSB è un lavoro sporco, ma doveroso. A passare in vantaggio sono i padroni di casa, che, dopo un quarto d’ora, sono già sul 2-0 grazie ai gol di Milicevic e Duronjic. Coman accorcia le distanze al 25°, e sul 2-1 si va all’intervallo, ma con i serbi in 10 per l’espulsione di Panjeic.

Secondo tempo. Al 50° Dennis Man (interessantissimo attaccante classe ’98) fa 2-2. Una manciata di secondi più tardi, Antonic riporta avanti i serbi. Dopo l’ora di gioco, Man va ancora a segno, stavolta su rigore, e fa 3-3. Poi, due minuti oltre il 90°, arriva quello che sembra il gol vittoria per i rumeni. Lo segna Balaz, ma nella propria porta, con una deviazione sfortunata su un cross innocuo. Per il FCSB sembra fatta, ma mai dare per vinto il Backa. I serbi riprendono il gioco e, con quattro tocchi e la complicità di avversari forse appagati, vanno clamorosamente in rete con Tomanovic. 4-4.

Tempi supplementari. Ad aprire le danze è Siladi, che rimedia un rosso diretto e lascia il Backa in 9. I rumeni ne approfittano subito, ancora con Man, che sigla dunque una tripletta. Nel recupero del primo tempo supplementare, però, Tumbasevic riesce a pareggiare ancora una volta. 5-5. Ma non è finita qui. Perché, nel secondo tempo supplementare di questa montagna russa che è ormai Backa Topola-FCSB c’è spazio per altri due gol. A rimettere la testa avanti sono i rumeni, al 108°, con Petre. A tre minuti dal traguardo, però, a rovinargli la festa è ancora Tomanovic, che di testa fa 6-6, restando anche a terra in preda ai crampi. Comprensibile.

Si va ai calci di rigore, dunque, e qui c’è poco da fare. Banjac, terzo rigorista dei serbi, sbaglia, mentre i rumeni sono perfetti. A calciare l’ultimo rigore, quello della vittoria è l’uomo copertina di serata, Dennis Man. Padroni di casa eliminati e ospiti qualificati al terzo turno, in cui se la vedranno con lo Slovan Liberec. Difficile immaginare un altro match pazzo per il FCSB, ma niente paura. Per i più temerari, ecco qui Backa Topola-FCSB. Completo. Buona visione.