Milan in Europa League: evitato il Tottenham

18/09/2020

11:55

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo la vittoria per 2-0 sullo Shamrock Rovers in Europa League, il Milan affronterà i norvegesi del Bodo/Glimt. In caso di successo, non rimarrebbe che il playoff, ultimo ostacolo prima di iscrivere i rossoneri ai gironi dell’Europa League 2020/21. Il Milan, 81esimo nel Ranking Uefa, non sarà testa di serie. Il sorteggio si terrà alle 14 ma, in mattinata, la Uefa ha svolto il pre-sorteggio che ha già escluso alcune temibili avversarie, Tottenham e PSV Eindhoven su tutte.

La squadra di Stefano Pioli, oggi pomeriggio, scoprirà da quale sfida del secondo turno uscirà il suo avversario. Le partite che interessano i rossoneri sono le seguenti:

  • Basilea – Anorthosis
  • Viktoria Plzen – SønderjyskE
  • Besiktas – Rio Ave

Sulla carta, le più “scomode” sarebbero Basilea e Besiktas, compagini rispettivamente svizzera e turca. Il Milan e l’Europa League, quindi, potrebbero avere ancora qualcosa da dirsi.

Basilea

Gli svizzeri, guidati dal tecnico Ciriaco Sforza, hanno superato di misura i croati del NK Osijek(2-1, ndr), grazie alle reti del ’98 Arthur Cabral e del capitano Valentin Stocker. Il Basilea, ha chiuso la stagione 2019/20 al terzo posto in Super League. In Europa League l’avventura è terminata ai quarti di finale, dopo la rovinosa sconfitta per 4-1 cagionata dallo Shakhtar Donetsk. Gli svizzeri sono soliti schierarsi con un 4-4-2, cercando di innescare la coppia Cabral-Van Wolfswinkel.

Anorthosis

I ciprioti, allenati dal georgiano Temur Ketsbaia, sono reduci dal pareggio in campionato per 1-1 conttro l’Omonia Nicosia. Modulo pioliano: 4-2-3-1 per innescare i trequartisti Husbauer, Okriashvili e Kaltsas. L’anno scorso è arrivato un deludente 7° posto in campionato e, non troppo a sorpresa, l’eliminazione al primo turno preliminare dell’Europa League. Eventuale avversario, con tutto il rispetto, poco temibile.

Viktoria Plzen

Squadra vincitrice del campionato ceco 2017/18. Nella scorsa stagione, i ragazzi di Adrian Gula, hanno partecipato ai gironi di Champions League insieme alla Roma, il Real Madrid e il CSKA Mosca; terzo posto e retrocessione ai sedicesimi di Europa League, dove arriva una celere eliminazione, contro i croati della Dinamo Zagabria. I cechi giocano con un 4-3-3 che, nello svolgimento della manovra, fa perno su Kopic e Ba Loua, oltre che il centravanti francese Beauguel. Anche in questo caso, avversario decisamente abbordabile.

SønderjyskE

Compagine danese, guidata da Glen Riddersholm. 3-4-1-2 di gasperiniana memoria. Davvero pochi interpreti in grado di essere protagonisti, specialmente in palcoscenico europeo. Unico giocatore interessante: Alexander Bah, ala destra classe 1997, marcatore nell’ultima vittoria in campionato contro il Midtjylland(2-0, ndr).

Besiktas

Probabilmente l’unico vero “pericolo” nell’urna di Nyon. La squadra turca, reduce dalla vittoria in campionato per 3-1 contro il Trabzonspor, è abitué delle competizioni Uefa. L’ultima stagione si è conclusa con un 3° posto in campionato. In Europa League, è arrivata una deludente eliminazione ai gironi. Il tecnico Sergen Yalcin si dispone con 4-1-4-1, dove Ozyakup e Mensah sono i fautori del gioco, coadiuvati dagli esterni Hasic e Boyd, dietro alla punta Larin. Spicca in rosa una vecchia conoscenza della Serie A: Adem Ljajic. Avversario che può rivelarsi fastidioso ma, certamente, alla portata dei rossoneri.

Rio Ave

I portoghesi del Rio Ave, allenati da Mario Silva, hanno trionfato nel primo turno contro il Banja Luka per 2-0. L’unico giocatore “di spicco” è Lucas Piazon, ex promessa del Chelsea che, in passato, ebbe dei contatti proprio con il Milan. Squadra sicuramente congeniale ai rossoneri.