Connect with us

Fantacalcio

5 scommesse impossibili al fantacalcio per la 13ª giornata

Published

on

Consigli Fantacalcio

Dopo l’ennesima sosta per le nazionali (che ci ha regalato la qualificazione ai prossimi europei) torna il campionato e con esso il fantacalcio. La nostra rassegna sui consigliati riparte, dunque, con il consueto appuntamento con i nomi impossibili di giornata. Veri e propri azzardi che, secondo noi, potrebbero regalarvi qualche gioia (non abbiate aspettative troppo alte). Scopriamoli tutti.

Fantacalcio

(Photo by Giuseppe Bellini, Onefootball.com)

Consigli Fantacalcio, 5 scommesse impossibili per la 13ª giornata di Serie A

IKWUEMESI (SALERNITANA)

La quasi certa assenza di Dia per infortunio lo lancia titolare al centro dell’attacco dei campani. Inzaghi sta trovando, piano piano, una certa pericolosità offensiva e il nigeriano potrebbe far valere tutta la sua dirompenza anche contro un avversario ostico come la Lazio. Fino ad ora è riuscito a trovare 1 gol e 1 assist, mostrando un talento che ancora deve esprimersi al massimo del suo potenziale. Se non avete alternative di livello, potete lanciarlo titolare nel vostro tridente: la sorpresa è dietro l’angolo.

JOVIC (MILAN) 

Lui è molto più di una scommessa impossibile. Azzeccare un suo bonus potrebbe causarci accuse di stregoneria, ma siamo disposti a correre il rischio. L’assenza per squalifica di Giroud e di Leao per infortunio lo lancia titolare al centro dell’attacco rossonero, dov’è costretto a dare risposte dopo le deludenti prestazioni fornite fino ad ora. Appunto, difficile fare peggio di quanto fatto: chissà che non possa riscattarsi proprio contro la sua ex squadra. L’attaccante serbo, e il Milan stesso, sono chiamati a rialzare la testa dopo le recenti brutte prestazioni: noi ci crediamo e ve lo proponiamo come ultima spiaggia.

IBRAHIMOVIC (FROSINONE) 

Un nome pesante da portare sulle sue giovani spalle. Il ragazzo però ha talento e si vede (non a caso è di proprietà del Bayern Monaco). Di Francesco gli sta concedendo sempre più fiducia, adattando le sue caratteristiche in un modulo di gioco prettamente offensivo come quello del Frosinone. Ha già realizzato il suo primo gol in Serie A, oltre ad un assist, e ha tutta l’intenzione di non fermarsi. Potrebbe essere una delle sorprese di questo campionato: pensateci come alternative low-cost (prima che sia troppo tardi).

DOSSENA (CAGLIARI) 

Difensore solidissimo, affidabile e che difficilmente commette gravi disattenzioni. Sottovalutato e snobbato da molti, è in realtà un ottimo elemento low-cost soprattutto per chi utilizza il modificatore. Titolarissimo di Ranieri, in 12 presenze ha realizzato 1 gol e 1 assist. Domenica affronterà, davanti ai suoi tifosi, il Monza di Palladino: avversario certamente ostico, ma che potrebbe esaltarne le sue caratteristiche e premiarlo con un ottimo voto. Nome giusto per completare il pacchetto difensivo, in attesa (chissà) di un insperato bonus.

TERRACCIANO (VERONA) 

L’assenza di Faraoni per squalifica gli regalerà una titolarità certa e probabilmente per 90 minuti contro il Lecce. Esterno a tutta fascia dotato di buona corsa, è ancora a secco di bonus in questo campionato (seppur abbia fatto intravedere tanto potenziale). Il Verona vuole i tre punti nel suo stadio, e tenterà di impostare una partita offensiva in cui, magari, mettere al centro tanti cross approfittando della presenza di Djuric. Chissà che Terracciano non possa sfornare proprio il suo primo assist in stagione: noi, nel dubbio, ve lo consigliamo.