Accadde Oggi: la settima Champions League del Milan

Il 23 maggio 2007 il Milan vendica Istanbul: ad Atene, nella finale di Champions League il Liverpool è sconfitto 2-1 con doppietta di Inzaghi

23/05/2022

08:30

• Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo di lettura: 3 minuti

(Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Il 23 maggio è per i tifosi del Milan il giorno della rivalsa. Il 23 maggio 2007 infatti, il Diavolo vinceva la sua settima ed ultima Champions League ai danni del Liverpool, vendicato la clamorosa rimonta subita due anni prima a Instabul. Allo stadio Olimpico di Atene il mattatore è Filippo Inzaghi, il re di coppe, assente nella sconfitta ai rigori del 2005. Sua la doppietta che stende gli inglesi, firmata alla sua maniera, con un gol frutto di una deviazione fortunata e uno sul filo del fuorigioco.

Milan Champions
(Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Il percorso prima della finale

Il Milan di Carlo Ancelotti ha un percorso tortuoso prima di giungere in finale. Nel primo campionato dopo Calciopoli, dove si sta accontentando del quarto posto, puntando tutto sulla Champions. Champions iniziata ad agosto, con il preliminari contro la Stella Rossa, poi proseguita con un girone “morbido” completato da AEK Atene, Anderlecht e Lille. Il Milan lo supera chiudendolo al primo posto, pur con qualche passo falso (i rossoneri furono la 1a classificata nei gironi con meno punti, “appena” 10).

Dopo un ottavo di finale contro il Celtic Glasgow superato solo ai supplementari, è nei quarti di finale il momento di svolta della coppa per il Milan. L’avversario è il Bayern Monaco, e l’andata a San Siro è terminata 2-2, con il pareggio-beffa di Van Buyten al ’93. Il complicato ritorno in Baviera è risolto da Seedorf e Inzaghi, per un 2-0 a sorpresa che vale le semifinali.

Lo scontro col lo United

Al penultimo step c’è il Manchester United, che arriva dalla schiacciante eliminazione della Roma con il 7-1 dell’Old Trafford. In terra inglese il Milan esce battuto 3-2 ma brilla Kakà, autore di una doppietta meravigliosa. Il brasiliano vincerà poi il pallone d’oro per quell’annata. A San Siro, è perentorio il 3-0 rossonero.

Il Milan si schierò con il famigerato “albero di Natale” Ancelottiano, tanto odiato dal presidente Berlusconi strenuo sostenitore delle due punte. Nelson Dida, Oddo, Nesta, Maldini e Marek Jankulovski in difesa. In cabina di regia Andrea Pirlo, protetto da Ambrosini e Gattuso. Seedorf a fare “elastico” accanto a Kakà libero di spaziare, e Inzaghi centravanti.

Dopo un primo tempo equilibrato, il risultato si sblocca proprio poco prima dell’intervallo: calcio di punizione di Pirlo e tocco furtivo di Inzaghi che spiazza Pepe Reina. Il raddoppio milanista arriva poi all’82esimo, con Inzaghi che elude il fuorigioco e salta in dribbling Reina, dopo essere stato imbeccato dall’assist di Kaká.

Il Milan vince la Champions League

A giochi ormai chiusi, arriva la rete di Dirk Kuyt che accorcia il risultato proprio allo scadere. Per un attimo, riappaiono i fantasmi di Istanbul, quelli della rimonta di tre gol in pochi minuti. Ma questa volta nessun dramma: solo tanta, tanta gioia. Triplice fischio: il Milan vince la Champions League e torna sulla vetta d’Europa per la settima volta.

Calcio e...

08:30

25/06/2022

Il 25 giugno 1988 è il giorno in cui l’Olanda, con il trio delle meraviglie, Gullit, Van Basten e Rijkaard, vince il suo...

Il 25 giugno 1988 è il giorno in cui l’Olanda, con il trio delle meraviglie,...

08:30

25/06/2022

08:00

25/06/2022

Il 25 giugno 1997 nasce a Nueva Helvecia Rodrigo Bentancur. Nasce calcisticamente centrocampista, mediano forte fisicamente, è...

Il 25 giugno 1997 nasce a Nueva Helvecia Rodrigo Bentancur. Nasce calcisticamente...

08:00

25/06/2022