Accadde oggi – Trezeguet ed il golden goal che fece piangere l’Italia

Il 2 luglio del 2000 è il giorno in cui l'Italia allenata da Dino Zoff si trova ad un soffio dal suo secondo titolo europeo.

02/07/2022

08:30

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Philipp Schmidli/Getty Images)

Il 2 luglio del 2000 è un giorno che a livello sportivo nessun tifoso italiano avrebbe voluto mai vivere. È il giorno in cui l’Italia allenata da Dino Zoff si trova ad un soffio dal suo secondo titolo europeo. Rotterdam, Italia – Francia: partita dominata, mancano all’incirca una trentina di secondi al termine del match, gli azzurri stanno vincendo per 1-0 grazie ad una rete di Marco Delvecchio su assist di Gianluca Pessotto. Era tutto perfetto, tutto pronto per la festa in tutte le piazze d’Italia per festeggiare un titolo che manca dal 1968.

La festa annunciata si trasforma, senza preavviso, nel peggiore degli incubi. In pieno recupero, Sylvain Wiltord scaglia un diagonale di sinistro, apparentemente facile da parare per un portiere come Francesco Toldo. Al portiere fiorentino il pallone, però, sfugge incredibilmente di mano; la sfera si insacca inesorabilmente e lentamente all’angolo alla sinistra del portiere. Toldo non può far altro che guardare, inerme, il pallone infilarsi in rete e la chance di vincere l’europeo scivolare via.

LA FINE DEL SOGNO

I campioni del mondo in carica si svegliano dal torpore che li aveva avvolti per tutta la durata dell’incontro, sapientemente bloccati dalle strategie di Dino Zoff e dalla determinazione dei giocatori. All’Italia intera crolla il mondo addosso, come se avesse subìto un destro ben assestato in piena faccia. I giocatori si disperano, piangono, si guardano attorno increduli. Sembrano scene derivanti da una sconfitta, che comunque arriva da li a pochi minuti. Lo sanno tutti, ormai è questione di tempo. L’evento a cui non avremmo mai voluto assistere arriva al minuto 103, quando David Trezeguet porta in vantaggio la Francia con il Golden goal che decreta la fine del match e regala il titolo europeo ai Bleus.

L’incubo è completo. Il giocatore più disperato di tutti è Alessandro Del Piero. Nel secondo tempo, l’attaccante della Juventus ha avuto due clamorose occasioni per chiudere la contesa e riportare il titolo europeo in Italia 32 anni dopo Ferruccio Valcareggi.

Quello che fa ancora più male di quella sconfitta è l’aver letto che l’allora presidente dell’Uefa Lennart Johansson aveva decorato la coppa con i coriandoli del tricolore italiano a pochi minuti dal termine dei tempi regolamentari. Come versare sale su una ferita che il mondiale del 2006 ha solo parzialmente lenito ma che non guarirà mai del tutto.

Correlati

Rimanere aggiornati è importante. Non sempre si può stare al passo con le news che escono minuto per minuto. Lo puoi fare...

Rimanere aggiornati è importante. Non sempre si può stare al passo con le news che...

00:00

16/08/2022

23:02

15/08/2022

Dusan Vlahovic si è reso subito protagonista nella prima giornata di Serie A. Il serbo con una doppietta ha trascinato la...

Dusan Vlahovic si è reso subito protagonista nella prima giornata di Serie A. Il...

23:02

15/08/2022

Calcio e...

Nato a Strumica il 27 luglio 1983. La carriera di Pandev si è spesa quasi interamente in Italia. Arrivato giovanissimo...

Nato a Strumica il 27 luglio 1983. La carriera di Pandev si è spesa quasi...

08:00

27/07/2022

08:30

26/07/2022

Il 26 luglio 2006 la FIGC si pronuncia in merito al titolo da assegnare nel campionato appena terminato e vinto sul campo dalla...

Il 26 luglio 2006 la FIGC si pronuncia in merito al titolo da assegnare nel...

08:30

26/07/2022