Connect with us

La Liga

Atletico, Simeone sul caso Griezmann: “Titolare chi merita”

Published

on

atletico simeone griezmann

Antoine Griezmann è ancora un caso, fra Barcellona e Atletico Madrid, e il Cholo Simeone prova a metterci una pezza. Tra i due club non si è ancora raggiunto l’accordo per il trasferimento del francese. I Colchoneros dovranno versare ai blaugrana una cifra attorno ai 40 milioni di euro se le Petit Diable dovesse giocare almeno il 50% delle gare. Ecco perché il tecnico argentino utilizza l’attaccante con il contagocce, spesso inserendolo attorno al 60′. Un dato che sicuramente non è passato inosservato e continua a far discutere.

simeone griezmann

(Photo by OSCAR DEL POZO/AFP via Getty Images)

Atletico, Simeone su Griezmann: “Decido io chi è titolare”

Un caso che fa e che continuerà a far discutere. Fino a che non si troverà una soluzione. Antoine Griezmann resta in bilico fra l’Atletico Madrid ed il Barcellona. Il francese è in prestito ai Colchoneros, con un riscatto legato alle presenze. Se le Petit Diable dovesse collezionare almeno il 50% delle presenze stagionali della squadra, l’Atleti dovrà versare 40 milioni ai catalani. Ecco perché Diego Pablo Simeone utilizza Griezmann con il contagocce. Il Cholo però ci tiene a precisare una cosa: “Non ci sono difficoltà. Scegliamo chi crediamo debba partire titolare e da lì l’unica cosa che conta è il risultato” ha dichiarato l’argentino alla vigilia del match contro il Siviglia.

griezmann atletico

(Photo by Angel Martinez/Getty Images)

I numeri di Griezmann

Nessun caso, ma i numeri della stagione di Griezmann sono evidenti. Su 8 gare stagionali dell’Atletico, il francese è partito solo una volta da titolare, contro il Real Madrid nella partita prima della sosta, subentrando in tutte le altre e totalizzando 282 minuti – segnando anche 3 reti, due in Liga ed una in Champions League – con una media di 35 minuti per match. Il dato stride molto con i numeri in Nazionale, perché Deschamps ha impiegato Griezmann in tutte le 6 partite stagionali di Nations League – contando anche quelle di giugno -, con 4 presenze da titolare e due da subentrato.