Cannavaro: “Il Napoli può vincere lo scudetto, ma non è favorito”

Dalla lotta scudetto a quella per il Pallone d'Oro: Cannavaro è protagonista questa mattina di un'intervista a Gazzetta.

11/10/2021

08:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Lintao Zhang/Getty Images)

Fabio Cannavaro, intervistato da Gazzetta dello Sport, ha parlato di diversi temi di attualità, a partire dal campionato italiano: “Napoli? Con la squadra al completo non teme nessuno e può davvero vincere lo scudetto. Spalletti è anche un po’ cambiato, in positivo. Nel senso che senza togliere bellezza al suo gioco, è diventato più concreto nello schierare in campo i propri uomini. E la squadra dà risposte eccellenti sul piano della solidità, sembra di sbattere contro un muro giocando contro di loro. Napoli favorito? No, però chi vorrà vincere il titolo dovrà batterli e non sarà per nulla semplice. Le milanesi sono molto forti, soprattutto l’Inter e non solo perché ha lo scudetto sul petto. Quella nerazzurra è squadra forte e compatta. E poi mai dare per morta la Juventus. È partita male, ma se poi batti il Chelsea vuol dire che i valori ci sono. Allegri dovrà darle equilibri migliori e continuità, perché non è un caso che mancando Ronaldo si subiscano più gol: perché gli altri devono “alzarsi” di più per segnare. In prospettiva più lunga, perché è in primavera che si deciderà la corsa scudetto, per il Napoli preoccupa la Coppa d’Africa: perché Spalletti perderà per un periodo lungo l’attuale asse portante della squadra: Koulibaly-Anguissa-Osimhen”

Sul Pallone d’Oro: “Cinque italiani in corsa? Era dai tempi della mia vittoria del trofeo che non succedeva, dunque è un bel segnale. Jorginho è il più accreditato, anche se sono convinto che vincerà Messi. Barella e gli altri meritano tutti, ma ci doveva essere nel gruppo anche Chiesa, per quello che ha fatto vedere. Tre difensori presenti? Dipende logicamente dalla vittoria dell’Europeo. Bonucci e Chiellini continuano a essere una grande coppia, nonostante gli anni. Ecco in prospettiva azzurra abbiamo ottimi centrocampisti e attaccanti ma ci mancano difensori centrali. Sta crescendo bene Bastoni, ma se non verranno fuori altri uomini credo che Roberto Mancini dovrà prendere in considerazione anche la difesa a tre“.

LEGGI ANCHE: In prima pagina: i quotidiani in edicola oggi, 11 ottobre 2021

Correlati

07:30

11/10/2021

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta in prima pagina nei giornali sportivi esteri di...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta in...

07:30

11/10/2021

00:14

11/10/2021

Didier Deschamps, tecnico francese, ha commentato la prestazione fornita dai suoi ragazzi nella finale di Nations League. I...

Didier Deschamps, tecnico francese, ha commentato la prestazione fornita dai suoi...

00:14

11/10/2021

Serie A

16:30

19/10/2021

Il Giudice sportivo Gerardo Mastrandrea  in vista del prossimo turno di Serie A ha fermato 4 giocatori. Tra gli espulsi, ...

Il Giudice sportivo Gerardo Mastrandrea  in vista del prossimo turno di Serie A ha...

16:30

19/10/2021

16:09

19/10/2021

Nell’Assemblea di Lega Serie A svolta questa mattina con collegamento video dei rappresentanti delle 20 squadre del...

Nell’Assemblea di Lega Serie A svolta questa mattina con collegamento video...

16:09

19/10/2021