Codacons, presentato esposto all’Antitrust contro DAZN

Il Codacons ha presentato un esposto contro DAZN sui suoi rincavi. Per la nuova stagione calcistica sono stati aggiornati i prezzi degli abbonamenti.

12/06/2022

22:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

Il Codacons ha presentato un esposto all’Antitrust e all’Autorità delle Comunicazioni contro DAZN. Il contenuto dell’esposto ha riguardato i rincari tariffari disposti dalla nota piattaforma in straming per il campionato di calcio 2022/2023. Il Codacons, infatti, chiede inoltre ad Antitrust e Agcom di accertare il rispetto delle informazioni rese da DAZN in merito al diritto di recesso da parte degli utenti già abbonati al servizio nell’ambito delle comunicazioni sui rincari tariffari inviate dalla società ai propri clienti, sanzionando qualsiasi violazione in materia.

codacons
(Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

L’esposto di Codacons

codacons
(Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

Nei giorni scorsi DAZN ha presentao il nuovo tariffario dei prezzi che sarà attivo a partire dalla prossima stagione. I nuovi prezzi saranno applicati a partire dal prossimo 2 agosto. Questo non significa che le promozioni che sono attualmente in vigore decadranno, ma rimarrano in vigore fino alla loro scadenza.

Per quanto riguarda i nuovi presti è previsto un abbonamento al prezzo di 29,99 euro al mese con massimo due dispositivi registrabili con eventi live disponibili su un solo device. Il piano plus, invece, vosta 39.99 euro al mese e prevede, invece, sei dispositivi registrabili ed eventi live visibili in contemporane anche sotto reti differenti.