Cremonese, Fagioli: “Tifo Juventus da bambino, ma voglio giocare”

Il centrocampista bianconero, attualmente in prestito alla Cremonese, ha chiarito le sue intenzioni per il prossimo futuro in un'intervista rilasciata a SportWeek.

28/05/2022

13:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Giuseppe Cottini/Getty Images)

Il centrocampista della Juventus, ora in prestito alla Cremonese, Nicolò Fagioli, ha parlato del suo futuro in un’intervista rilasciata a SportWeek. Il giovane talento bianconero, reduce da un’annata importante in Serie B, ha espresso tutta la sua voglia di Serie A, ponendo l’attenzione sul suo bisogno di giocare per poter crescere ed affermarsi. Il 21enne ha parlato anche della Nazionale, sottolineando la giusta predisposizione di Mancini nel convocare i giovani. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da TMW.

(Photo by Giuseppe Cottini/Getty Images)

Cremonese, le parole di Fagioli sulla Juventus e il futuro

La Juventus e il futuro
“Tifo Juve da bambino e per me sarebbe un sogno vestire quella maglia, ma devo capire bene che intenzioni hanno con me. Se hanno in mente un percorso da fare insieme, io sono disponibilissimo a condividerlo. Ma i giovani devono giocare. Dove, se in una grande o in una piccola, non lo so. Vedo per che in Italia le cose stanno cambiando, anche Mancini non si fa problemi a chiamarli in Nazionale. Ripeto: se sono forti, i giovani devono giocare. E, sì, io mi sento pronto per la Serie A”

LEGGI ANCHE: Milan, Pato: “Maldini una bandiera, deve rimanere in rossonero”

Su Pecchia
“Cosa mi ha dato Pecchia? Fiducia e sicurezza. Quando ho sbaglia qualche allenamento mi ha subito chiamato nel suo ufficio, dicendomi: ‘Così non ti devi allenare, se no con me non giochi’. E infatti la partita dopo mi metteva in panchina. E’ stata una lezione che mi servirà in futuro.”