Genoa-Roma 0-2: sotto il diluvio, doppietta del 18enne Felix Afena-Gyan

Vittoria arrivata solo nel finale di partita per la Roma, dopo essersi infranta più volte contro la difesa del Genoa. Protagonista con una doppietta Felix Afena.

21/11/2021

22:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Getty Images)

Una partita difficile per la Roma sotto la pioggia incessante di Genova. A Marassi la squadra di Shevchenko si difende bene per quasi tutta la partita, ma alla fine la decide il subentrato 18enne Felix Afena-Gyan, fatto entrare a metà secondo tempo da José Mourinho. Migliore in campo Henrikh Mkhitaryan, il più pericoloso dei giallorossi, mentre i rossoblu sono stati impalpabili per tutti i novanta minuti. Con questa vittoria, la Roma supera la Lazio e conquista il quinto posto in classifica.

LA CRONACA

Al 15’ viene annullato un gol alla Roma: Shomurodov crossa in area, ma la palla viene deviata ed arriva sui piedi di Mkhitaryan che calcia di sinistro forte sul secondo palo. Palla in rete, ma viene successivamente annullata dall’arbitro perché durante l’azione c’è stato un tocco di mano di Abraham, proprio sul tiro dell’armeno.

LEGGI ANCHE: Premier League parade: la rinascita dell’Aston Villa e il commovente saluto di Solskjaer

Al 28’ grandissima occasione ancora per i giallorossi: contropiede pericoloso con El Shaarawy il quale, arrivato in area, allarga per Shomurodov che sbaglia clamorosamente una chance. Il suo tiro, infatti, va alto sopra la traversa, troppo impreciso con nessuno ad ostacolarlo.

La partita continua con lo stesso spartito anche nel secondo tempo: è sempre la Roma a tenere il pallino di gioco, ma stavolta gli episodi latitano. I giallorossi arrivano spesso al limite dell’area, ma la disposizione tattica del Genoa, molto difensiva, non permette ai capitolini di rendersi pericolosi. Anche il tiro di Mkhitaryan al 71’ si spegne alto sopra la traversa, una delle poche chance della Roma – insieme a quella di Pellegrini pochi minuti prima, con una percussione dentro l’area svanita – avute per gran parte della seconda frazione di gioco. E’ il Genoa, piuttosto, a rischiare di segnare un minuto dopo l’occasione dell’armeno, con un cross in area dalla sinistra ed El Shaarawy che si immola, neanche fosse un difensore, su Sturaro, per impedire il vantaggio rossoblu da poca distanza.

Mourinho inserisce Felix Afena-Gyan al 75′ ed il giovane ghanese segna il gol della vittoria all’82’. Ancora Mkhitaryan, il migliore della Roma, si invola sulla sinistra, poi appoggia per il 18enne che di piatto incrocia sul secondo palo e batte Sirigu. La Roma amministra, ma alla fine Afena decide di prendersi ancor di più i riflettori della serata: tiro a giro al 94′ che si va chiudere alla sinistra del portiere. Gol bellissimo e meritati abbracci da tutti i compagni per la doppietta.