Gianluigi Buffon non si pone dubbi sulle sue capacità

“Alla mia età il dubbio di essere un portiere ancora performante o meno non l’ho. Sono convinto di poter poter fare bene per i prossimi quattro o cinque anni, perché fisicamente sto bene e perché ho acquisito un’esperienza importante".

17/07/2021

18:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Copyright: AlbertoxGandolfo

In una recente intervista ai microfoni di “SkySport”, il portiere Gianluigi Buffon ha parlato dell’impresa degli azzurri a Wembley. Con 176 presenze con la Nazionale, conosce come le sue tasche il clima e la tensione di quella maglia. Su i suoi ex compagni ha affermato: Chiellini e Bonucci non sono certamente delle sorprese, sono dei punti di riferimento. Ogni Nazionale ha bisogno di esperienza, solidità e di quelle certezze che alcuni giocatori ti danno. Verratti per me è un campione e Jorginho è un giocatore di altissimo livello, quindi secondo me le vere sorprese sono state senza dubbio Chiesa e Donnarumma.”

Gianluigi Buffon e la Juve

“Ha tutte le carte in regola per tornare a vincere lo Scudetto. Pensando allo scorso anno spesso si parla di delusione nonostante i successi in Coppa Italia e Supercoppa. Questo è dovuto al fatto che le aspettative erano molto alte. Ad Allegri chiederanno di vincere di nuovo lo Scudetto e nessuno sa meglio di lui cosa servirà alla Juve per rialzarsi.”

Il ritorno a Parma

“Alla mia età il dubbio di essere un portiere ancora performante o meno non l’ho. Sono convinto di poter poter fare bene per i prossimi quattro o cinque anni, perché fisicamente sto bene e perché ho acquisito un’esperienza importante. Sulla prestazione non ho dubbi. I dubbi ti vengono se fai una scelta che non ti scalda veramente il cuore o l’anima, allora sì che rischi di fare brutte figure ad una certa età. Non è ciò che ho pensato quando ho scelto di tornare al Parma. Questa società aveva tutte le caratteristiche giuste per permettermi di vincere anche quest’ultima sfida”.