Inghilterra, giro di scommesse sospetto: indagini su Xhaka

Il centrocampista dell'Arsenal sarebbe coinvolto per un'ammonizione sospetta: il giro ha generato oltre 60mila euro.

08/08/2022

19:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Il nome di Granit Xhaka è finito sotto la lente di ingrandimento per un giro di scommesse illecito. La National Crime Agency sta indagando su questa faccenda perché sarebbe coinvolta anche la mafia albanese. Oltre ad un ex calciatore professionista già condannato per calcioscommesse.

Indagini su un giro di scommesse sospetto, spunta Xhaka: da chiarire la posizione del calciatore

In Inghilterra sta facendo scalpore l’indagine che la National Crime Agency sta conducendo in Inghilterra per chiarire un giro di scommesse sospetto. Come racconta il Daily Mail, il caso potrebbe coinvolgere anche la mafia albanese ed un ex calciatore professionista – Alban Yusufi, ex attaccante svedese-albanese – già condannato in passato per aver truccato delle partite nel 2017. La notizia ha assunto ancora più rilevanza perché è spuntato il nome di un giocatore molto importante in Premier League, ossia il centrocampista dell’Arsenal Granit Xhaka.

Stando a quanto riporta il giornalista della testata inglese Matt Hughes, lo svizzero sarebbe finito nel mirino degli inquirenti per una ammonizione rimediata lo scorso 18 dicembre in Leeds-Arsenal – gara vinta per 4-1 dai Gunners. Il flusso anomalo di scommesse, che ha generato 52mila sterline – oltre 60mila euro -, riguardava proprio un cartellino giallo per il giocatore negli ultimi 10 minuti della partita. Nel caso specifico, Xhaka è stato ammonito per perdita di tempo all’86’ di quella gara dall’arbitro Marriner. Ovviamente è tutto da dimostrare il comportamento illecito del calciatore. Sul quale al momento non pendono accuse.