Inter-Empoli, Inzaghi: “Prova di carattere, siamo attaccati. Ora testa alla Juve”

Le dichiarazioni del tecnico dell'Inter, Simone Inzaghi, al termine della partita vinta a San Siro contro l'Empoli.

06/05/2022

21:13

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Al termine del match contro l’Empoli, il tecnico dell’Inter, Simone Inzaghi, ha analizzato ai microfoni di Dazn, la vittoria per 3-2 nella sfida giocata questo pomeriggio dalle 18:45. Con questi tre punti i nerazzurri hanno sorpassato momentaneamente il Milan in testa alla Serie A.

Inter-Empoli, le dichiarazioni di Inzaghi nel post-partita

Sulla partita: “Ho fatto i complimenti alla squadra perché abbiamo fatto una grandissima gara a parte i primi 20′. La squadra ha avuto troppa voglia, foga e dovevamo essere più ordinati senza palla. Volevamo segnare subito, l’abbiamo pagata a caro prezzo, ma poi siamo bravissimi. Grande prova di carattere, siamo dentro, ora dobbiamo recuperare le energie per la finale di Coppa Italia”.

Quanta benzina vi dà e quanta pressione mette al Milan? “Una grandissima iniezione di fiducia, mancano tre partite alla fine, ma è dal 20 di agosto che siamo andati forte e avanti in tutte le competizioni. Ora siamo attaccati, io guardo la mia squadra con questa vittoria in rimonta contro una squadra che gioca bene e quindi mi dà fiducia”.

Sei più contento che non mollate mai o arrabbiato perché va sotto? “Una squadra esperta come la nostra non deve prendere quei due gol. Contro un avversario così si pagano gli errori e lo abbiamo fatto a caro prezzo”.

Hai già organizzato cosa mangiare domenica sera? “Dovremo pensare a riposarci, abbiamo tra cinque giorni una finale e quindi dobbiamo prepararci”.

Sulle rotazioni e le energie: “E’ stata una partita intensa, l’Empoli ti fa correre parecchio soprattutto in fase di non possesso. In queste ultime partite la differenza le faranno le motivazioni e la voglia che noi abbiamo sempre avuto. Oggi ho avuto ottimi segnali da chi ha cominciato e da chi è entrato dopo”.

Cosa hai pensato dopo il 0-2? “Potevamo difendere meglio di squadra, non dovevamo concedere quei due gol così, ma sapevo che la squadra avrebbe reagito e abbiamo creato 37 tiri. Bravo Vicario, alla squadra farò vedere i primi 25-30 minuti perché dovevamo essere con distanze adeguate”.

Correlati

La lotta scudetto continua a regalare incessanti emozioni, spumeggiante come non se ne vedevano da lustri e bollentissima nella...

La lotta scudetto continua a regalare incessanti emozioni, spumeggiante come non se...

00:00

16/05/2022

23:40

15/05/2022

Nel 2007 il grande ritorno in Serie A al fianco di Napoli e Juventus. Poi 15 anni nella massima serie che si sono infranti in...

Nel 2007 il grande ritorno in Serie A al fianco di Napoli e Juventus. Poi 15 anni...

23:40

15/05/2022

Serie A

23:40

15/05/2022

Nel 2007 il grande ritorno in Serie A al fianco di Napoli e Juventus. Poi 15 anni nella massima serie che si sono infranti in...

Nel 2007 il grande ritorno in Serie A al fianco di Napoli e Juventus. Poi 15 anni...

23:40

15/05/2022

23:11

15/05/2022

Al termine della sconfitta per 1-3 contro l’Inter, il tecnico del Cagliari, Alessandro Agostini, ha parlato ai microfoni di...

Al termine della sconfitta per 1-3 contro l’Inter, il tecnico del Cagliari,...

23:11

15/05/2022