Inter, Inzaghi: “Ho deciso chi giocherà fra Onana e Handanovic”

Il tecnico nerazzurro alla vigilia della gara con il Viktoria Plzen: "Però lo dirò domani". Skriniar: "Futuro? Se ci sono novità le saprete da me".

12/09/2022

20:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Simone Inzaghi e Milan Skriniar presentano il prossimo incontro dell’Inter in Champions League. A Plzen si gioca contro il Viktoria un match assolutamente fondamentale per il cammino dei nerazzurri in Europa.

Inter, Inzaghi: “Importante ma non decisiva”. Skriniar: “Gara speciale per uno slovacco come me”

Simone Inzaghi e Milan Skriniar sono i protagonisti della conferenza stampa di vigilia della seconda giornata di Champions League. “Indubbiamente è una partita importante, sappiamo di essere capitati nel girone più difficile di tutta la Champions ma noi vogliamo giocarcelo. L’esordio non è stato il migliore, ci abbiamo provato ma il Bayern è stato migliore di noi. Ora sappiamo che questa partita ci porterà nelle insidie, ma vogliamo affrontarla nel migliore dei modi” osserva il tecnico. Il dualismo tra Onana e Handanovic ci sarà per tutto l’anno: “Per quanto riguarda il portiere ho deciso ma in questo momento non mi va di dirlo, non lo sanno ancora i giocatori perché abbiamo avuto solo un allenamento. Stamattina abbiamo potuto lavorare al video, poco sul campo. Domattina avremo la riunione tecnica e per primo è giusto che lo sappiano loro“.

Sugli avversari: “È una squadra forte fisicamente, che abbiamo visto e studiato nelle due partite col Qarabag e poi in quella di Barcellona. Ha costruito questo ingresso nei gironi di Champions in questo stadio, ha giocatori davanti importanti, Chory, Mosquera, Sykora: sono giocatori importanti, e poi hanno fisicità e ripartenze molto veloci, l’hanno dimostrato anche in un campo difficile come Barcellona“.

Skriniar invece parla del suo futuro: “Siamo arrivati qui per giocarci questa partita e non voglio parlare del mio futuro e del mio contratto, non credo sia il momento e il posto giusto. Quando ci saranno novità lo saprete da me e da nessun altro, io non ho mai parlato e preferisco che rimanga così“. E aggiunge: “Sarà una partita speciale, la Slovacchia è più vicina all’Italia da Plzen, verrano parenti e amici. A Plzen giocano tanti ragazzi che conosco, sarà speciale“. Sul Viktoria Plzen: “Sicuramente abbiamo visto come è andata avanti la squadra sotto questo allenatore, fisicamente sono molto forti e preparati. Lavorano velocemente in contropiede e a quelli dovremo stare attenti“.