Inter Onana: “Da piccolo mi ispiravo a Casillas, oggi a Neuer”

Il portiere camerunese dell'Inter Onana si è lasciato andare in una lunga intervista per il canale YouTube di Rinat. L'azienda produttrice di guanti.

16/11/2022

15:29

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Il portiere camerunese dell’Inter Onana si è lasciato andare in una lunga intervista per il canale YouTube di Rinat. L’azienda produttrice di guanti da portiere è sua nuova fornitrice personale. Durante l’intervista Onana ha ribadito il suo periodo a Milano ed ha ricordato la sua esperienza a Barcellona, quando era a La Masia, e all’Ajax e di come è riuscito ad arrivare ad essere il portiere titolare del Camerun. Queste le sue parole:

“Sono davvero elettrizzato, è il mio sogno da quando ero bambino. Ho lavorato una vita intera per poter giocare i Mondiali. Non andremo lì per fare shopping: se ci sarà da colpire, colpiremo; ma se sarà tempo di difendere, difenderemo. Sono arrivato ad Amsterdam il 3 gennaio, la stagione successiva ho iniziato a giocare da portiere titolare.”

LEGGI ANCHE: Juventus, il Manchester City monitora Rovella

intervista onana
(Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

L’intervista ad Onana

Hai 26 anni e già una grande esperienza anche internazionale.
“Sì, ma specialmente in Italia ti considerano un bambino anche se hai 26 anni. Ma sono felice di avere avuto questa esperienza e di avere avuto la fortuna di debuttare abbastanza presto. A 19 anni ero titolare nell’Ajax, la verità è che ho vissuto anni meravigliosi, dove abbiamo fatto la storia. Sono felice di quello che abbiamo fatto ma ora bisogna guardare avanti. La vita di un portiere è molto lunga e abbiamo tanta strada da fare. Handanovic? Sono molto contento di essere qui. Samir è un grande portiere, a 38 anni sta facendo ottime cose; è il modo per poter giocare per tanti anni”.

intervista onana
(Photo by Adam Pretty/Getty Images)

Il rapporto di Onana con Milano

Come ti sei trovato in questi primi mesi in Italia?
“Sto bene. Milano è una città top, ma non credo di dover essere io a dirlo visto che la conoscono tutti. Mi sono ambientato bene, perché ho vissuto in Spagna, a Barcellona, e ora a Milano. Sono molto simili, mi sento a casa qui. Perché ho voluto giocare da portiere? Ho sempre avuto le idee chiare, perché mio fratello maggiore è stato portiere. Era il mio idolo, volevo seguire i suoi passi. Da piccolo mi ispiravo a Casillas e Valdes, oggi a Neuer.”

 

Correlati

15:16

16/11/2022

Il Manchester City ha messo gli occhi su Nicolò Rovella. Il centrocampista della Juventus ma in prestito al Monza è stato...

Il Manchester City ha messo gli occhi su Nicolò Rovella. Il centrocampista della...

15:16

16/11/2022

15:06

16/11/2022

L’agente dell’attaccante serbo della Juventus Dusan Vlahovic, Darko Ristic, ha rilasciato delle dichiarazioni sul...

L’agente dell’attaccante serbo della Juventus Dusan Vlahovic, Darko...

15:06

16/11/2022

Serie A

23:28

28/11/2022

Dopo il terremoto che ha colpito la Juventus, con le dimissioni dell’intero CDA incluso il presidente Andrea Agnelli,...

Dopo il terremoto che ha colpito la Juventus, con le dimissioni dell’intero...

23:28

28/11/2022

21:45

28/11/2022

Una notizia clamorosa agita il mondo Juventus: Andrea Agnelli non è più presidente. Non è tutto, perchè l’intero...

Una notizia clamorosa agita il mondo Juventus: Andrea Agnelli non è più...

21:45

28/11/2022