Italia, Mancini: “Immeritata l’esclusione dal Mondiale. Rimasto CT? Vi dico”

La sconfitta contro la Macedonia momento complicato da superare.

28/09/2022

15:00

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Roberto Mancini, CT dell’Italia, è intervenuto al Football Social Summit. Di seguito le sue dichiarazioni sul mancato Mondiale e sulla voglia di ripartenza.

Italia, le parole di Mancini

Italia Mancini
(Photo by Claudio Villa/Getty Images)

RIPARTENZA – “Siamo felici per quanto fatto in questa settimana ma purtroppo è un brodino in confronto a ciò che abbiamo passato negli ultimi mesi. Non mi passa perché non meritavamo l’esclusione dal Mondiale. L’Inghilterra che abbiamo battuto a San Siro potrebbe vincere il Mondiale, ma anche l’Ungheria era veramente forte. I ragazzi hanno messo tutto in un momento in cui la condizione non è al massimo peraltro. La Nazionale dà qualche delusione ma anche soddisfazioni: se si riesce a migliorare qualcosa e dare un po’ più di fiducia ai più giovani e gli si permette di sbagliare. Io da giovane ho fatto tutto e capisco chi sbaglia. La porta della Nazionale è aperta a tutti, anche a coloro che hanno avuto un comportamento sbagliato. Basta chiedere scusa e si viene subito riaccolti”.

LEGGI ANCHE: VAR, Rocchi: “Gli arbitri sono contenti della tecnologia”

Italia, Mancini parla della sua permanenza come CT

Italia Mancini
(Photo by Ina Fassbender / AFP) (Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

MACEDONIA – “Perché sono rimasto? Sinceramente non lo so, in quel momento volevo solo girare pagina perché è andata male. Però vincere l’Europeo dà una gioia incredibile. Ora dobbiamo aspettare qualche anno e poi vogliamo riprovare quelle emozioni”.

RICORDI –Per me sono stati 40 anni straordinari con l’Italia. Quando ho esordito io non avevamo nulla di tecnologico, era tutto fatto a vista anche se l’occhio non sbaglia. I mezzi di oggi ci hanno dato grande mano però è veramente tutto cambiato da tanto tempo: avere due/tre telecamere con noi ha significato doverci adeguare anche a quello. La vita ormai è questa e bisogna saperci convivere. I dati? A volte le cose le vedi già in partita e poi i dati le confermano. I dati sono importanti: sono un elemento a cui non si può più rinunciare”.

Correlati

07:00

28/09/2022

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come ogni mattina, in prima pagina! Alla scoperta...

Buongiorno a tutti dalla redazione di CIP – Calcio in Pillole, che vi porta, come...

07:00

28/09/2022

19:20

27/09/2022

Il Milan di Stefano Pioli deve fare il conto con i tanti infortunati prima di rituffarsi nel campionato. I rossoneri, saranno...

Il Milan di Stefano Pioli deve fare il conto con i tanti infortunati prima di...

19:20

27/09/2022

Nazionali

10:05

02/12/2022

Alle ore 20:00 di questa sera andrà in scena il match tra Camerun e Brasile, valido per l’ultima giornata del gruppo G di...

Alle ore 20:00 di questa sera andrà in scena il match tra Camerun e Brasile, valido...

10:05

02/12/2022

10:01

02/12/2022

Serbia e Svizzera si affronteranno questa sera in occasione dell’ultimo atto del Gruppo G di Qatar 2022. I ragazzi di...

Serbia e Svizzera si affronteranno questa sera in occasione dell’ultimo atto...

10:01

02/12/2022