Juventus, De Sciglio: “Saremmo in lizza per il titolo se non fossimo partiti male all’inizio”

L'intervista di Mattia De Sciglio a 'L'Equipe' rivela tutto il rimpianto per i punti persi dalla Juve a inizio stagione "stupidamente". I dettagli.

19/04/2022

18:05

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Mattia De Sciglio concede un’intervista al quotidiano francese L’Equipe. Il difensore bianconero che non ha ancora firmato il suo rinnovo presso la Vecchia Signora, ha parlato ai taccuini francesi dell’attuale stato della Juventus. Il rimpianto del classe 1992, che nutre la stima di mister Massimiliano Allegri, sono i punti persi a inizio stagione.

Juventus, l’intervista di De Sciglio

De Sciglio Juventus
(Photo by MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Ecco le parole di Mattia De Sciglio sull’attuale stagione della Juventus e su Massimiliano Allegri, allenatore che il numero 2 bianconero conosce molto bene:

“Allegri? È molto pragmatico, non che non gli piaccia il bel gioco. Solo che cerca prima di tutto la solidità. È quello che lo ha caratterizzato durante il suo primo ciclo alla Juventus. Nel 2021 è tornato, ma la squadra era differente. Siamo partiti male, poi abbiamo fatto una serie di 17 partite senza sconfitte in campionato. Se non avessimo perso stupidamente punti, oggi saremmo in lizza per il titolo”.

Alla Juventus resta ancora la speranza di vincere almeno la Coppa Italia, ma serve vincere o pareggiare intanto la gara di domani contro l’agguerrita Fiorentina di Vincenzo Italiano e poi sfidare una delle due milanesi nella finale. De Sciglio potrà essere tra i convocati di Max Allegri per la semifinale di domani sera.