Juventus, verso l’Udinese la Vecchia Signora si aggrappa a Dybala

Tutti i riflettori, stasera, saranno su Dybala, un fascio di luce a squarciare le nubi che si sono addensate sopra (e dentro?) la sua testa.

15/01/2022

16:40

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Alberto PIZZOLI / AFP) (Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Qualità, fantasia, estro, imprevedibilità. Tutte caratteristiche che stanno mancando alla Juventus di Allegri. Tutte caratteristiche che la Vecchia Signora può trovare nel suo numero 10, Paulo Dybala.

Questa sera la squadra di Allegri torna in campo, dopo la disfatta in Supercoppa, per affrontare l’Udinese e focalizzarsi su quello che è l’obiettivo stagionale: la rincorsa al quarto posto in classifica, quello che varrebbe la qualificazione alla Champions League che, se dovesse mancare, rappresenterebbe un disastro, sia dal punto di vista sportivo che, soprattutto, da quello economico. Un match da non sottovalutare, perché più volte la Vecchia Signora è andata in sofferenza contro le squadre di medio bassa classifica e perché proprio contro i friulani, alla prima stagionale, la Juve dell’Allegri bis ha mostrato plasticamente tutte le sue fragilità e le problematiche che continuano a trascinarsi, irrisolte.

LEGGI ANCHE: Premier League, rinviata ufficialmente Tottenham-Arsenal

Proprio nel mancino di Paulo Dybala, quindi, la Juventus può rinascere. No, non ci si illuda. Il vecchio adagio è sempre valido: il calcio è uno sport di squadra e non sono i singoli a poter determinare da soli vittorie e trionfi. Però, nelle giocate della Joya la squadra bianconera può nascondersi e nascondere le proprie difficoltà in termini di qualità e manovra offensiva.

Juventus, Dybala e la situazione rinnovo

Da parte sua, Paulo Dybala deve dimostrare di poter essere un calciatore decisivo per la Juventus e, soprattutto, deve trovare la continuità che è mancata nella prima parte di stagione. Tutti i riflettori, stasera, saranno di lui, un fascio di luce a squarciare le nubi che si sono addensate sopra (e dentro?) la sua testa. Manca la firma sul rinnovo e Beppe Marotta ha fiutato l’occasione. Le parti, però, restano ferme all’accordo trovato ad ottobre e si aspetta febbraio e il consiglio d’amministrazione per mettere il tutto nero su bianco. Le voci di mercato si sono rincorse, soprattutto negli ultimi due giorni e questo è un fattore. Può influenzare le prestazioni di Dybala? A lui l’onere di dimostrare il contrario, da grande calciatore: il palcoscenico dell’Allianz Stadium è suo.

Correlati

16:00

15/01/2022

Ieri c’è stata una telefonata tra la sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali e il presidente della Lega Serie A Paolo...

Ieri c’è stata una telefonata tra la sottosegretaria allo sport Valentina...

16:00

15/01/2022

16:00

15/01/2022

Prepartita Si gioca all’Oreste Granillo di Reggio Calabria uno dei due incontri validi per la diciannovesima giornata di...

Prepartita Si gioca all’Oreste Granillo di Reggio Calabria uno dei due...

16:00

15/01/2022

Serie A

21:15

18/01/2022

Giuseppe Sala, sindaco di Milano, è tornato a parlare della questione relativa alla costruzione del nuovo San Siro durante la...

Giuseppe Sala, sindaco di Milano, è tornato a parlare della questione relativa alla...

21:15

18/01/2022

21:15

18/01/2022

L’amministratore delegato della Juventus, Maurizio Arrivabene, ha parlato a pochi minuti dal match fra Juventus e...

L’amministratore delegato della Juventus, Maurizio Arrivabene, ha parlato a...

21:15

18/01/2022