La Juventus la ribalta a Cagliari: 1-2 firmato de Ligt e Vlahovic

Vittoria importante della Juventus dopo la sconfitta con l'Inter: a Cagliari parte in svantaggio, poi rimonta con de Ligt e Vlahovic.

09/04/2022

22:37

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

La Juventus espugna Cagliari grazie alle reti di de Ligt e Dusan Vlahovic: dopo essere andata in svantaggio dopo soli dieci minuti a causa della bella rete di Joao Pedro, i bianconeri la pareggiano nel finale di primo tempo e poi la ribaltano con il serbo nella ripresa. Fortunati nel gol di Vlahovic (arrivato con un rimpallo), ma i tre punti conquistati da Massimiliano Allegri portano i torinesi momentaneamente a +8 dalle inseguitrici per la lotta alla Champions League.

Cagliari-Juventus, il commento del primo tempo

Subito Cagliari in vantaggio dopo dieci minuti. Marin dopo aver recuperato il pallone a Dybala a centrocampo, orchestra bene il contropiede dei sardi e serve in area Joao Pedro: l’italo-brasiliano dopo due mesi torna al gol, con un ottimo destro che si va ad infilare sotto al sette.

Al 23′ possibile pareggio della Juventus, con Luca Pellegrini che dal limite sinistro dell’area calcia verso la porta: viene colpito Rabiot ed il pallone devia la sua traiettoria beffando Cragno. Check del VAR per un possibile fallo di mano, con la rete che viene annullata perché il centrocampista bianconero viene colpito sul gomito.

La Juventus prova in più occasioni a riportare in parità il match: al 42′ con Rabiot che viene servito nello spazio da Vlahovic, ma poi calcia troppo alto sopra la traversa, poi al 45′ gran tiro di Cuadrado ma Cragno compie un’ottima parata deviando in calcio d’angolo. Subito dopo il colombiano mette in area un pallone perfetto per de Ligt che salta di testa e la mette sul secondo palo pareggiando i conti.

Nel secondo tempo la ribalta la Juventus con Vlahovic

Dopo solo due minuti dalla ripresa, la Juventus si rende pericolosa con Giorgio Chiellini: di testa il difensore e capitano dei bianconeri segna il gol del vantaggio, ma l’arbitro ferma il gioco per un fuorigioco del 37enne, poi confermato dal VAR. Poco dopo occasione per Paulo Dybala, ma il suo tiro in demi-volée è troppo alto sopra la traversa.

Al 75′ passa la Juventus in vantaggio con Dusan Vlahovic: Dybala serve nello spazio il serbo che è fortunato perché Altare in scivolata lo anticipa di poco ma l’ex Fiorentina ci mette il piede ed il rimpallo beffa Cragno.