Lazio, Felipe Anderson: “Non possiamo mollare adesso”

La parola d'ordine è non mollare. Lo dice Felipe Anderson che ieri, insieme ai suoi compagni, ha portato a casa la seconda sconfitta stagionale.

17/09/2021

13:20

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

Imagoimages

Quella di ieri sera contro il Galatasaray è la seconda sconfitta per la Lazio nel giro di pochi giorni. Dopo il ko contro il Milan è arrivata anche la sconfitta in Europa League con un autorete incredibile del portiere Strakosha. Momento delicato, dunque, per biancocelesti che dovranno ritrovare la lucidità nelle prossime giornate, senza però la spinta del loro allenatore, squalificato per due turni.

La parole d’ordine è non mollare, secondo Felipe Anderson che alla stampa ha analizzato la sconfitta di ieri: “Sono due sconfitte che fanno male perché la squadra vuole vincere subito e vuole dimostrare sul campo quello che prepariamo in settimana. Non possiamo mollare adesso perché la strada è lunga e sono sicuro che riusciremo a portare a casa i risultati il prima possibile. Dobbiamo avere più pazienza con la palla, dobbiamo trovare i momenti giusti per la giocata, questo con il tempo verrà in automatico e noi ci stiamo lavorando molto perché vogliamo stare in alto in tutte le competizioni. Spero che porteremo a casa risultati positivi il prima possibile“.

“Difficile quando sei all’inizio di una strada e i risultati non arrivano. Lavorare con una vittoria è più facile. Vogliamo essere vincenti e certi risultati non ci possono tirare giù di morale. Queste sono partite difficili, serve concentrazione, i risultati arriveranno. Le mie prestazioni? Nelle ultime stagioni non ho giocato molto, ma abbiamo lavorato tanto con lo staff e voglio mettere in pratica tutto nelle prossime partite. Analizziamo la sconfitta e pensiamo a domenica, vogliamo fare una grande partita”.