Lecce, Sticchi Damiani: “La Roma ci è superiore. Penseremo al campionato”

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, parla in vista della gara di stasera contro la Roma. La Coppa Italia non è la loro priorità. I dettagli dell'intervista.

20/01/2022

20:50

• Tempo di lettura: 2 minuti

Tempo di lettura: 2 minuti

(Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images for Lega B)

Tra pochi minuti si giocherà la sfida di Coppa Italia tra la Roma di José Mourinho e il Lecce di Baroni, unica squadra di Serie B ad essere rimasta in ballo nella competizione. Chi vincerà si aggiudicherà il quarto di finale, ed è tutto pronto all’Olimpico per le 21. La squadra di Baroni parte sulla carta come sfavorita, ma nessuna gara è scontata.

Il presidente del Lecce che vive a Roma

Nel prepartita è intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani parlando della gara. Una curiosità è che il presidente salentino vive a Roma e questa volta non si è neanche dovuto spostare per la trasferta.

LEGGI ANCHE: Coppa Italia, le formazioni ufficiali di Roma-Lecce

Ecco i dettagli dell’intervista: “Ho grande simpatia per la Roma e per questa città, e per me oggi è una giornata particolare. Di solito sono io che viaggio per seguire la squadra, mentre questa volta sono loro a venire qui da me ed è una piccola soddisfazione. Tra l’altro siamo l’unica squadra di Serie B agli ottavi di finale, ma ci rendiamo conto che la Roma è superiore a noi e poi il nostro obiettivo principale è il campionato. Domenica avremo uno scontro diretto con la Cremonese e credo che l’allenatore farà delle scelte anche in base a questo.

Su Mourinho. “A Roma è difficile fare calcio, ci sono tante pressioni ed è tutto amplificato e complicato. Avere un allenatore come il portoghese è un’opportunità di crescita. Credo che serva pazienza, bisogna sopportare la delusione della singola gara e guardare al progetto di lungo periodo. La Roma ha un allenatore di livello altissimo e deve goderselo”.